sabato 6 luglio 2013

Recensione: Obsidian, di Jennifer L. Armentrout

E se l'amore viaggiasse alla velocità della luce?

Titolo: Obsidian
Autrice: Jennifer L. Armentrout
Editore: Giunti Y
Numero di pagine: 334
Prezzo: € 12,00
Sinossi: Kathy è una blogger diciassettenne con un grande sense of humour, si è appena trasferita in un paesino soporifero del West Virginia, rassegnandosi a una noiosa vita di provincia, noiosa finché non incrocia gli occhi verdissimi e il fisico da urlo del suo giovane vicino di casa. Daemon Black è la quintessenza della perfezione. Poi quell'incredibile visione apre bocca: arrogante, insopportabile, testardo e antipatico. Fra i due è odio a prima vista. Ma mentre subiscono un'inspiegabile aggressione, Daemon difende Kathy bloccando il tempo con un flusso sprigionato dalle sue mani. Sì, il ragazzo della porta accanto è un alieno. Un alieno bellissimo invischiato in una faida galattica, e ora anche Kathy, senza volerlo, c'è dentro fino al collo. Salvandola, l'ha marchiata con un'aura di energia riconoscibile dai nemici che li hanno aggrediti per rubare i poteri di Daemon. L'unico modo per attenuare questo pericoloso marchio è che Kathy stia più vicina possibile a Daemon. Sempre che lei non lo uccida prima...
                                                  La recensione
Scatta una sensazione incredibilmente familiare nel leggere le prime pagine di Obsidian, esordio italiano della prolifica autrice Jennifer L. Armentrout. Un senso di riconoscimento, quasi. I motivi sono due, ed entrambi si colgono a colpo d'occhio, passando in un attimo dall'esame veloce di una copertina indubbiamente carina, ma che sa di già visto, a un incipit che, leggero e fresco, si legge in un battibaleno. Primo: Obsidian non è la novità del secolo, quindi, sebbene senza mai arrivare ad infastidire o ad annoiare il lettore, soprattutto all'inizio, un lieve ed inevitabile senso di déjà vu pervade questa ridente storia di alieni, attrazione e pericolose avventure. Secondo: Katy, la giovane protagonista, ha un hobby che fa immediatamente aguzzare la orecchie a molti “librofili” come noi. E' una book blogger. L'angolino che si è conquistata nell'infinità del web ha dato un senso alla sua vita. La stesura di appassionate recensioni, a volte, le ruba anche interi pomeriggi e sa cosa significa sentirsi colpevole nel dare una sola stellina a un romanzo ed entusiasta nell'inviare domande al suo autore preferito o nell'aspettare continuamente un nuovo pacco di libri in arrivo.
Un singolo commento di un follower sotto un suo post è tutta la sua felicità, mentre la tristezza la attanaglia quando sente di non aver suscitato l'interesse di nessun amico virtuale o di non aver centrato il bersaglio con una recensione inefficace. Lei, che ha il pallino per il giardinaggio e i paranormal romance, ha letto di vampiri, lupi, zombi perdutamente marci e perdutamente innamorati, angeli e demoni, fatine e fatini e, nel corso di una sola estate, si troverà a vivere le stesse sensazioni delle eroine letterarie che spesso ha amato, spesso odiato, spesso segretamente invidiato. In mezzo a una storia da urban fantasy. Una famiglia dimezzata a causa di un cancro crudele, una pila di libri a farle compagnia nella solitudine, una nuova, sonnolenta città, con una nuova casa e con un nuovo vicinato. A salvarla dalla noia è la conoscenza dei gemelli Black, Daemon e Dee, suoi dirimpettai. Stessi magnetici occhi verdi, stessi lineamenti nobili, stessa bellezza disarmante. Era davvero una follia... la più grande che avessi mai fatto. Peggio che dare una sola stellina a un libro, più spaventoso che chiedere un incontro al mio autore preferito, più stupido che baciare Daemon. Dee è una forza della natura: simpaticissima, affascinante, con una passione naturale per lo shopping e per le serate passate a guardare maratone di film dell'orrore. Un'amica perfetta. Daemon, invece, non a caso ha un nome in assonanza con quello dell'altrettanto bello ed impossibile Damon Salvatore e solo una totale assenza di T-Shirt nel suo guardaroba giustificherebbe il perché delle sue continue incursioni a petto nudo, con addominali e pettorali scolpiti in bella vista. Il solito personaggio, il solito figo della situazione. Peccato che, di solito, sia bello, tenebroso e ami parlare per enigmi o sfornando a ogni sorriso e sventolata di ciglia frasi da Baci Perugina. A essere bello è bello. A essere tenebroso è tenebroso. Ma non dice frasi romantiche e parla pochissimo, soltanto per sferrare coltellate di cinismo, stronzaggine e veleno. Nemmeno la protagonista, a dire la verità, è la timida Bella Swan di turno.
Buffa, piccola e formosa, Katie è una bambolina dalla bellezza vagamente mediterranea che farebbe a pezzi una stupida barbie in carne e ossa con le sue risposte sardoniche e i suoi gesti eleganti. La protagonista standard di uno YA, in media, sospira e si perde in passionali ti amo tra le tre e le quattr... ok, nella maggior parte dei casi. Katie non sospira, ma alza angelicamente il dito medio. Non dice ti amo, ma lancia simpatiche occhiate intimidatorie e borbotta poco convinti ti odio. Lei Daemon non lo capisce proprio. Viene da un altro pianeta. E nel senso stretto del termine, non perché gli uomini vengano da Marte e le donne da Venere, come recitano i libri sulla terapia di coppia! 
Lui e sua sorella sono alieni, ma non pensate ad ET: niente pelle molliccia, occhi enormi, testa bitorzoluta, mani palmate e alfabeti incomprensibili. Daemon decisamente non gli assomiglia. E' insopportabile. Chi mai vorrebbe prendere a sberle il tenero ET? E' di una bellezza inumana, sovraumana. Chi mai farebbe pensieri sconci sul tenero Et? Armati di stiletti d'ossidiana per combattere un oscuro nemico e di reciproco disprezzo per fare a pezzi Cupido e le sue frecce, sta nei protagonisti il segreto del successo di questa frizzante ed ironica serie per giovani adulti. Katie e Daemon si fissano intensamente. Come se stessero progettando di uccidersi a vicenda e meditassero su dove nascondere il cadavere del malcapitato perdente. O sarà passione, quella? Una cosa è certa: insieme fanno scintille. Quando sono vicini – ma proprio vicini, vicini, vicini – i loro ormoni vanno in corto circuito e con loro computer, TV, caldaie e forni a micronde. Che meravigliosa catastrofe!
Lo stile è semplice, le descrizioni sono poche e sempre accompagnate da ottimi e pepati dialoghi, la narratrice è semplicemente un mito. Malata gravemente di leggite cronica, possiede un'invidiabile autoironia e, per proteggersi da una cotta nociva per la sua sanità mentale e i lettori dal temibile “pericolo Twilight”, sforna insulti come fossero biscotti e le sue labbra, impegnate una o due volte in alcuni di quei lunghi baci per cui l'autrice sembra essere così famosa e amata, sono la sua risorsa in una guerra tra sessi che ammette saltuari sbalzi d'umore... e d'amore. L'elemento fantascientifico, sono certo, porterà magia e misteri a palate nei prossimi capitoli e, insieme ad esso, spero venga approfondito un punto che, se maggiormente ampliato, potrebbe rendere ancora più intrigante la lettura: il mondo di Blogger. In questo romanzo introduttivo, avendo diversi personaggi da introdurre e piccoli misteri da svelare, l'autrice ha fatto sì che il blog di Katie e i suoi libri fossero accennati solo di sfuggita. Immagino i sorrisi che avrei fatto, se la protagonista si fosse prodigata in esilaranti paragoni tra Daemon e gli ultraterreni gentlemen di cui spesso – con una telecamera davanti – parla, estasiata, alle sue lettrici. Obsidian, dunque, ha decisamente il suo piacevole perché e certamente proseguirò con la lettura dei romanzi che seguiranno. Con questa adorabile protagonista e con le risate che mi regala, sarò a lungo in ottima compagnia. 
La risata di Daemon m'interruppe. “Non credo sia una buona idea. Divertente sì, ma poco ragionevole. Gli umani sono creature deboli.” “E se adesso col mio debole piedino ti dessi un bel calcio in culo?” sbottai, furiosa.
Il mio voto: ★★★ +
Il mio consiglio musicale: A-ha – Take On Me 

37 commenti:

  1. ahahha l'ho finito anche io XD.
    Carino, nulla di speciale, come dici tu si salva per via di Katy (che è diventata il mio mito). La sua autoironia mi ha fatto sbellicare dal ridere, quindi continuerò a leggere la saga solo per lei, sperando che non cambi! Buono anche il finale, per nulla scontato XD

    RispondiElimina
  2. Ciao Mik! Ho procrastinato un po la lettura di Obsidian per impegni vari, ma sono curiosa di scoprire il mondo della Armentrout anche se probabilmente non mi farò aspettative troppo alte. Ottima scelta per la canzone finale! I like it!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente ho letto recensioni positivissime, ma, come ho detto a un'amica su FB, per me questo "Obsidian" e il tipico romanzo da tre stelline, non che la cosa sia un difetto! Passerò a leggere la tua recensione (:
      Ehh, la canzone che ho scelto la adoro! E' una tamarrata, ma è sempre bellissima. Poi il video...

      Elimina
  3. Bellissima recensione, Mik!A me Obsidian aveva colpito soprattutto per la mitologia nuova e originale, e ovviamente per la protagonista che conquista davvero tutti!Il seguito mi è piaciuto molto di più, anche se il mondo dei blog non ha ricevuto tantissimo spazio :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, peccato :/ Secondo me poteva essere una cosa davvero interessante ed originale!

      Elimina
  4. Io l'ho trovato un po' scialbino e per nulla originale e i personaggi non li ho amati particolarmente, Daemon po' l'avrei preso a calci! L'unica che ho amato è stata Dee!:) Mi è piaciuto però trovare una protagonista blogger :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Originale, anche secondo me, non lo è per niente, ma l'ho trovato simpatico. Daemon e Katy sono una bella coppia :) Sì, Dee è fantastica!

      Elimina
  5. La trama mi ricorda tanto Roswell :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me l'aveva detto anche Monica! Io, purtroppo, lo rigordo mooooolto vagamente quel telefilm :)

      Elimina
    2. Alla fine non somiglia molto al telefilm, ma è comunque carino ^^

      Elimina
    3. stesso pensiero! però da quello che dite della protagonista è ben più viva della scialba Liz!

      Elimina
  6. Questo libro mi incuriosisce ma non mi convince del tutto. Sono molto attratta dall'idea che la protagonista sia una blogger ma questo sembra essere l'unico elemento di novità in un romanzo che non promette nulla di veramente nuovo. La tua recensione conferma l'impressione di una lettura piacevole ma un po' sconatata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così, ragazze! Se si è un po' stressati o si vuole portare qualcosa di soft sotto l'ombrellone, Obsidian è perfetto :D

      Elimina
  7. Bella recensione, sono contenta ti sia piaciuto. Io mi sono affezionata soprattutto alla protagonista, almeno ho trovato una blogger! Dopo aver letto Obsidian mi sento in dovere di guardare Roswell, fanno tutti paragoni con la serie che probabilmente è l'unica che non ho ancora visto :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nemmeno io l'ho vista. Noi eravamo troppo piccoli, probabilmente u.u

      Elimina
    2. Probabilmente hai ragione anche se Buffy è nata quando io avevo un anno o poco più e me la sono guardata tutta, forse gli alieni a quel tempo non avevano il fascino dei paletti di legno u.u

      Elimina
  8. Infatti lo tengo come lettura da ombrellone ^^ Sarà il classico libro che leggi in fretta e dimentichi altrettanto in fretta, ma che cmq ti ha intrattenuto con piacere! Vedremo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono quasi sicuro che sarai d'accordo ^^
      Ps. Un altra bella commedia francese vista: Vent'anni di meno. Carino, carino, carino. Prendi appunti, su! :P

      Elimina
  9. Io sono molto entusiasta e devo ancora leggerlo *-*

    RispondiElimina
  10. Ahahah sembra divertente! Non sarà un capolavoro ma sicuramente lo leggerò ped farmi un'idea! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono certo che nemmeno l'autrice volesse firmare un capolavoro, ma sa sicuramente il "fatto suo" ;)

      Elimina
  11. Il mio capo blog mi costringerà a leggerlo, me lo ha già annunciato...:)ma dopo la tua splendida recensione lo farò volentieri, impeccabile come sempre!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Indil! Dai, poteva toccarti un compito peggiore :P

      Elimina
  12. Voglio leggero, adoro i libri che ti sanno far fare una buona dose di risate...anche la tua recensione è stata molto divertente...cmq ieri sera ho visto anch'io HATES della Lawrence e sinceramente come te mi aspettavo di più, un pò lentino, poca suspance e credo che avrebbero potuto sfruttare meglio la bella trama psicotica...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordiamo perfettamente! Peccato...

      Elimina
  13. penso che lo leggerò bella recensione!

    RispondiElimina
  14. Sono già innamorata della protagonista e ancora non ho preso il libro... È stata sufficiente la tua recensione. Quindi sicuramente non mi lascerò scappare questo romanzo ^^

    RispondiElimina
  15. mi piace come hai descritto i protagonisti! Li amo già! niente cuoricini rosa e paroline d'amore ma tanta schiettezza e onestà!!! un protagonista in cui immedesimarsi immediatamente ;) spero che il postino ritrovi il mio indirizzo!

    RispondiElimina
  16. Ecco ora che l'ho finito, l'ho letta :D
    Io ho adorato un sacco Kathy! E anche Daemon non mi è affatto dispiaciuto :)
    Anche io avrei voluto approfondita la parte dedicata al suo hobby di blogger... e mi sarei aspettata qualcosa di più ^^

    RispondiElimina
  17. Non ho ancora iniziato questo libro, ma sento già di amare la protagonista :D
    Se prima ero sul "sì, sembra carino ma ho già così tanti libri da leggere...", dopo aver letto la tua recensione penso "DEVO,LEGGERLO.ASSOLUTAMENTE" ahahah le tue recensioni hanno questo potere su di me! :P

    RispondiElimina
  18. E' già sullo scaffale ad attendermi. Non ho grandissime aspettative ma dopo aver letto ovunque che ricorda il telefilm "Roswell" (di cui non mi sono persa nemmeno una puntata) sono un tantino più curiosa! ;)

    RispondiElimina