mercoledì 25 giugno 2014

I ♥ Telefilm: Delirium, Orphan Black, Faking It, The Vampire Diaries

Ciao a tutti, amici. Dopo qualche giorno di turbolenza, su Blogger, tutto sembra essere ritornato alla normalità, finalmente. E chi ci sperava? Oggi, nuovo appuntamento con I Love Telefilm. Vi parlo di tre serie che si sono appena concluse, già rinnovate per l'anno prossimo, e del pilot “prova” di Delirium, potenziale serial ispirato alla trilogia di Lauren Oliver, che da queste parti era piaciuta parecchio, se ricordate. I quattro commenti, vedrete, sono brevissimi e senza spoiler. Ci sentiamo presto. A giorni vi parlerò del bellissimo libro che ho in lettura, infatti. Un abbraccio, M.

Delirium
Il pilot 1x01
In realtà non lo aspettavo. Non più. Il pilot di Delirium. Qualche anno fa, adoravo la trilogia di Lauren Oliver. Poi, questo inverno, dopo la mezza delusione dell'ultimo capitolo, ho smesso. I bei momenti dei primi due volumi rivalutati, purtroppo, alla luce dei pochi avvenimenti dell'ultimo. Era da un po' che era in programma una serie TV ispirata alla saga distopica targata Piemme. Dopo Divergent e Hunger Games, come lasciarsi scappare l'occasione? Stroncata sul nascere, la serie non ha mai visto la luce. Poco male. Avevo visto qualche spezzone qui e lì e mi sembrava pessima. Non so dove, non so quando, la casa di produzione ha rilasciato l'unico episodio girato. Ho dato un'occhiata. E non l'ho trovato male: mi aspettavo decisamente peggio. Nel primo – ed unico, molto probabilmente – episodio, si fondono il tema portante di Delirium, i perché del Veleno sulle labbra, i personaggi secondari di Chaos. Alle saghe non sto tanto appresso e, personalmente, quando si parla di trasposizioni, non trovo disturbanti i cambiamenti: sono ragionevolissimi, checchè ne pensino i fandom. Con il poco tempo a disposizione, il regista ha fatto il possibile. La sceneggiatura è un minestrone di cose che non crea troppa confusione. Per essere quelli di un distopico, gli scenari sono troppo puliti. Patinati. Sfarzosi. Comuni. Come anche i dialoghi: quelli del più classico dei teen drama in circolazione. Il cast è improvvisato e un po' male assortito. Ebete il Julian di Gregg Sulkin, con i maglioni a V e le camicie che sottolineano didascalicamente il suo essere il bravo ragazzo della storia; una Hana bruna, rotonda, civettuola quella di Jeanine Mason; distaccato antagonista Billy Campell, un Alex fuori parte quello impersonato da Daren Kagasoff. Troppo cresciuto, lui. Adulto, stonato, accanto alla delicata Emma Roberts. Candida, piccola, convincente come suo solito. Ecco, lei sarebbe stata un'ottima Lena. Tutt'altro che inspiegabile, dunque, la cancellazione prematura della serie: arrangiaticcia. Una storia che parla della potenza dell'amore, senza potenza. Senza amore. Quaranta minuti della mia vita, però, avrei potuto sprecarli peggio. Ho visto primi episodi peggiori, e le serie sono ancora in circolazione: poco ma sicuro. (5,5)

Orphan Black
II Stagione
Interessantissimo Orphan Black. Uno dei ritorni sui palinsesti che più attendevo, in questo 2014 di novità, vecchie conoscenze, pilot morti sul nascere. L'anno scorso mi aveva ipnotizzato. Con un cliffhangher inserito ad arte, era finito. Avrei dovuto aspettare un anno. Eppure il tempo è passato. La seconda stagione di Orphan Black è iniziata velocemente e velocemente è finita. Le serie che mi piacciono durano troppo poco: devo fare qualcosa, devo farci il callo. Che dico a fare che mi è piaciuto? L'ho trovato originale, ben diretto, impeccabile. Al solito. Però c'è un però. La prima stagione era un'altra cosa. Lo sottolineo: secondo me. Tutti sembrano aver apprezzato di più la seconda, che nonostante le sue genialità varie non mi ha entusiasmato quanto avevano fatto quei dieci episodi introduttivi: con loro era scoppiata la scintilla. Ho seguito questa nuova stagione, con curiosità e piacere, ma senza colpo di fulmine. Mi sono divertito, alcune cose continuano a sorprendermi come fosse la prima volta, ma non ci ho trovato chissà quale voglia di cambiamento. Non dico miglioramento. Orphan Black era già perfetto così, anche se la perfezione dicono non sia di questo mondo... E della tv via cavo. Resta uguale a sé stesso, si gioca le solite carte. Alcune svolte avvincono, alcune sottotrame le segui con scarsa attenzione. Quando non c'è lei sulla scena ti spegni, e ti senti giustificato a farlo. Orphan Black è una fantascientifico varietà del sabato sera: il Tatiana Maslany Show. Quant'è bella Tatiana Maslany. E quant'è brava. Un camaleonte, una trasformista, una caratterista eccelsa. Non so dove si nascondesse prima. Sarà un esperimento di laboratorio? Impersona qualcosa come otto, dieci personaggi e lo fa utilizzando qualcosa come otto, dieci accenti diversi. E' una fuggiasca con l'accento british, una casalinga disperata, una tenera assassina russa, un'algida donna di scienza, perfino un transgender. Orphan Black è fantascienza, è noir, ma – completo – regala anche siparietti comici fortissimi. Ci pensano Felix (l'esuberante amico gay della protagonista), il goffo Donnie (marito della “disperate housewife” più fuori del pianeta), la letale e tenera Helena (capelli ossigenati, cicatrici insanabili a forma di ali, nemici ad ogni angolo, la cotta facile e il bene verso la sua sestra, Sarah, che ha tentato di ucciderla, una volta... o cinquanta). Movimentato, ironico, surreale, sexy, il serial della BBC Canada si conferma una seriale dipendenza. Notevole il season finale, con i cloni che danzano tutti insieme in una sequenza indimenticabile –  con una miracolosa Maslany quintuplicata – e una rivelazione che mette altra carne a fuoco. Parecchia. E io che mi lamentavo perché ci vedevo una certa apatia. Poca voglia di fare... (8)

Faking It
I Stagione
In una scuola americana in cui tutto è sottosopra, è la diversità ad essere premiata e non sbeffeggiata, mentre la normalità sa di noia. Karma e Amy – in questo strano panorama adolescenziale da allegra distopia – sono amiche da una vita che il mondo ignora. Carine, ma poco interessanti. Quando si baciano in pubblico e fingono di essere una coppia tutti le vogliono. La loro finta omosessualità le mette sotto la luce dei riflettori e, da anonime sedicenni, diventano le stelle del liceo. Peccato che fingano. Peccato che Amy non finga poi tanto: quel bacio sulle labbra, dato mentre tutti guardavano, l'ha turbata non poco. E inizia a pensare a Karma tutto il giorno. S'innamora della sua migliore amica e non glielo dice. Ora che Karma ha conquistato il ragazzo dei suoi sogni, ora che tutto va per il verso giusto, non vuole perderla. No. MTV sforna un'altra chicca: Faking It. Venti minuti settimanali di spasso, risate, gioventù e piccole, grandi bugie. Una sit-come per chi, come me, alle sit-com non va tanto appresso. Brioso, a metà tra il paradossale e il realistico, Faking It è una commedia brillante, con i toni pungenti e irresistibili di Easy Girl. Sembra stupido, ma non lo è. E nemmeno irrispettoso. Con allegria e intelligenza, gioca con le relazioni, il liceo, la sessualità, la confusione giovanile e punzecchia da vicino quelle star americane che dell'ambiguità sessuale hanno fatto la loro fama. Il segreto sta in uno script ben pensato, in episodi generosi di sorrisi, in una galleria di personaggi assurdi ed esilaranti. Il triangolo “lui, lei, l'altra” si anima con le facce belle dei tre protagonisti: un imbabolato Gregg Sulkin (dopo Delirium, ecco che si riparla di lui!) che fa sogni e incubi su una maliziosa cosa a tre; una inconsapevolmente sexy Katie Stevens; una Rita Volk da tenere d'occhio – bellissima, simpatica, sveglia. Difetti: gli otto episodi. Troppo pochi. Ho visto l'ultimo senza aver capito che fosse l'ultimo. Ci rifaremo con una sicura seconda serie. Speriamo soltanto che conti più puntate. Non annoia mai. (7+)

The Vampire Diaries
V Stagione
Credo di essere diventato immortale anch'io. Perché seguo The Vampire Diaries da troppi anni. Davvero. Quanti? Finirà mai? Dai primi tempi è cambiato non poco: lo tollero per quello. Vedo che c'è impegno a tirar fuori sempre storie nuove; vedo che i protagonisti sono maturati. Non vi so dire cosa sia successo nella serie precedente, o cosa sia successo – pensate un po' - all'inizio di questa. Però lo guardo. Sicuramente mi avevano diverito, quegli episodi; certamente mi avevano appassionato. Altrimenti l'avrei abbandonato senza troppe smancerie. Mystic Falls continua ad essere calamita per il soprannaturale. Un originale meccanismo – sempre soprannaturale – mi ha aiutato, inoltre, a superare la mia insofferenza verso Elena Gilbert. Io pensavo di detestare Nina Dobrev in persona, e invece no. Perché nei panni della malefica Katherine la trovo seducente e frizzante, in quelli della protagonista una gatta morta terrificante. Si mette puntualmente in pericolo, puntualmente rischia di spezzarsi l'osso del collo, puntualmente vuole provarci con i fratelli Salvatore. Sookie Stackhouse, in casa HBO, avrebbe già combattuto le rivalità tra parenti a suon di sì all'amore, non alla guerra. Probabilmente, con un'orgia in famiglia si sarebbero risolti tutti i dissapori. Steve R. McQueen, da adolescente sfigatello e timido, mi è diventato pompato come The Rock – e un The Rock emo; Kat Graham è l'inutilità in persona, resuscitata più volte di... di... non lo so; Candice Accola, adorabile. Ian Somerhalder recita e si pavoneggia. Sgrana gli occhi blu, va in giro con magliette e pantaloni attillati, aspetta di essere convocato nel sequel di Magic Mike. Il suo cavallo di battaglia: guardarsi la punta del naso. Il risultato pare che piaccia alle ladies. Meglio Paul Wesley, che trovo cresciuto di stagione in stagione. Non male il finale. Tra Sleepy Hollow e Supernatural, è ben studiato. Per le fan, troppo crudele. Non disperate: lo sapete, in The Vampire Diaries si muore un giorno e si resuscita il successivo! A manovrarne i fili, lo stesso Kevin Williamson di The Following: anche lì, tanti aspiranti Lazzaro. Stesso discorso fatto per Revenge, insomma: alti e bassi, discreti picchi e abissi, ma – ehi! - siamo in presenza di gente immortale. Hanno tempo. (6,5)

36 commenti:

  1. Ho visto il pilot di Delirium! Considerando la mia avversione per i telefilm, un miracolo.
    Però non mi è piaciuto U_U
    E' un condensato di eventi/avvenimenti che si snoda in 40 minuti. Tutto quello che nel libro succede in un'estate sembra che succeda in 3 giorni °___°
    Promuovo solo Emma Roberts, ma Hana pietosa (dove l'hanno trovata), Julian sembrava un rincoglionito e Alex... boh... non mi esprimo, non mi ha fatto né caldo né freddo e considerando quanto lo amo nel romanzo NON VA ASSOLUTAMENTE BENE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu fai parte di quei fandom a cui mi riferivo, mi sa ahahahahha :D
      Dopo quella schifezzuola di Requiem, la Oliver se lo merita un po'!

      Elimina
    2. I cambiamenti apportati non mi hanno dato fastidio, non mi danno quasi mai fastidio anche nei film se sono funzionali, ma l'ho trovato un episodio molto molto superficiale. Il libro tratta un argomento "forte" e questo episodio lo fa con una leggerezza che mi ha sconvolta. O__O

      Elimina
    3. Ma io guardo PLL. In confronto, tutti i telefilm mi sembrano profondi come l'oceano! :D

      Elimina
  2. delirium mi sa che non me lo vedo. visto che c'è solo il pilot, se poi mi piace come faccio?

    essendomi sparato la prima e la seconda stagione di orphan black tutte filate, per me è stata come una stagione unica. in effetti non ci sono stati enormi cambiamenti o evoluzioni tra la prima e la seconda, però il tatiana maslany show è sempre grandioso.

    faking it ottimo, una delle migliori serie teen degli ultimi tempi.
    the vampire diaries basta! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco, tranquillo: si fermano al pilot, mi sa. Anche perché la Roberts, su, avrà di meglio da fare. :P

      Elimina
  3. Io sto guardando la prima stagione di Orphan Black e.. OMG, lo sto adorando** è una delle serie TV più belle che abbia mai visti! e poi la protagonista è bravissima! Non appena termino la prima in italiano, sicuro che guardo la seconda in lingua :DD
    The Vampire Diaries, mi sa che sono diventata immortale anche io come te xD ahah ho appena terminato quella trasmella in Italia e ci sono rimasta proprio proprio male! Povero Demon :'(
    Delirium ho letto solo il primo libro l'anno scorso e ricordo che mi era piaciuto, andrò a vedere il Pilot **

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ambra, tu DEVI vederlo in inglese. Doppiare la Tatiana è un crimine contro l'umanità ;)

      Elimina
  4. The Vampire Diaries lo devo riprendere sinceramente aveva cominciato ad annoiarmi parecchio, a differenza di The Originals!
    Orphan Black è acclamato da tutti, forse mi deciderò a cominciarlo?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me The Originals annoiava. Ho visto l'inizio e stop: l'ambientazione, però, meritava ;) Sì, deciditi a guardare Orphan Black. E in lingua, coi sottotitoli. Non sono tra quelli che dicono che il doppiaggio non rende, ma in questo caso no. Non rende.

      Elimina
  5. Ma il pilot di Delirium si trova con i sottotitoli? E dato che ho letto solo il primo volume, potrebbero esserci spoiler?
    Di Faking it avevo visto mezza puntata ma l'ho interrotto, non so nemmeno bene il motivo! Dato che è divertente credo che guarderò qualche puntata :3
    Per quanto riguarda The Vampire Diaries sono sempre indecisa T.T quando lo facevano in tv la scorsa estate ho visto qualche puntata..ma sono tutte queste stagioni che mi preoccupano t_t

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Giusy, ci sono spoiler: personaggi e avvenimenti del secondo romanzo. Lo trovi coi sottotitoli sui soliti siti. ;)

      Elimina
  6. Alex e Julian non mi piacciono molto, Emma Roberts invece mi è piaciuta molto come Lena, mentre ho trovato davvero insignificante Hana. Però confesso che mi guarderei volentieri altri episodi se mai ne faranno in futuro XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li guarderei anch'io, ma la vedo dura...

      Elimina
  7. San Frodo! Questa volta mi trovi senza parole...lo confesso: non seguo nessuna di queste serie, mi devo preoccupare?@.@ Non sapevo seguissi The Vampire Diaries, io l'ho mollato alla seconda puntata, mi sembrava troppo distante dai libri. Delirium lo guarderò, mi incuriosisce!^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai letti i libri. Mi sapevano di... antico?
      La serie è simpatica :)

      Elimina
  8. Come per il Cannibale anche il mio recupero di Orphan Black è stato continuo, quindi una grossa differenza (che sia un pregio o difetto) tra le due stagioni non l'ho notato: una Tatiana grandiosa e una storia misteriosa e divertente al punto giusto.

    Non seguendo assolutamente i vampiri, potrei però recuperarmi Faking It. Come te non sono un'amante delle sit-com ma questa sembra promettere bene, e c'è un'estate che grida leggerezza davanti a me :)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che fortunati, tu e il Cannibale! Che, tra l'altro, l'anno scorso mi scriveva, sul blog, che Orphan Black era brutto. Ho le prove, ho le prove. Faking It è la leggerenza fatta serie tv: molto simpatico e non banale :) I vampiri li seguo più per abitudine che per altro. E li segue pure mia mamma. Come potrei deluderla? :P

      Elimina
  9. Non ho letto la saga di Delirium, però voglio farlo da un po' di tempo.. Tra l'altro non sapevo neanche che ci fosse in programma l'idea di trasformarlo in telefilm.
    Per quanto riguarda gli altri telefilm, non li conosco, fatta eccezione per the vampire diaries. Io quel telefilm lo adoro. L'ho sempre adorato, a dire il vero, sin dalla prima puntata *^*
    Ormai ho finito anche la quinta stagione, nonché l'ultima disponibile, e aspetto con ansia notizie della sesta:)

    RispondiElimina
  10. Ho appena finito di guardare delirium...non male anche se non il massimo. Sarei stata curiosa di vedere cosa si sarebbero inventati, almeno una stagione credo che potessero concedergliela.
    Per quanto riguarda The vampire diaries.........sono decisamente team Damon quindi non vedo l'ora che ritorni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ritornerà di sicuro. E spero che mettano un punto a questa storia, eh!

      Elimina
  11. Ieri ho visto il pilot di Delirium pure io e sinceramente non mi ha convinta... come hai detto, per essere un distopico, sembrava troppo "normale". Non hanno bene approfondito la società e cosa comporta davvero, come nei libri, che tutti vengano privati dell'amore, in qualsiasi forma.
    L'unica cosa convincente è stata proprio la Roberts! Kasagoff a fare Alex non mi è piaciuto per niente, ma va beh già nutrivo una profonda antipatia verso di lui... e Hana... quella per me non era Hana neanche lontanamente .-. non ce la vedo proprio! Lontantissima da come l'avevo immaginata... invece Julian non mi è dispiaciuto.
    Comunque ho trovato tutto troppo affrettato e confuso... mi ha annoiata e non mi ha minimanete soddisfatta >.<
    E i cambiamenti di solito, quando ci sono e hanno un senso li apprezzo, ma quando non ce l'hanno come in questo caso non li sopporto :P

    Orphan Black non lo conosco... me ne parlava giusto un'amica l'altro giorno... che dici, me lo consigli? U_U
    Visto che hai parlato della seconda stagione non ho letto per non spoilerarmi la prima XD

    Invece io ultimamente mi sono data a The 100 e lo sto trovando molto carino!

    Per TVD la penso come te XD anche io mi chiedo ancora perché lo guardo... eppure lo guardo °__° saremo masochisti? Boh!
    Concordo sull'inutilità di Bonnie/Kat... non la reggo più .-.
    Paul e Candice sono i miei preferiti invece U_U

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, anche i miei! Mi piacciono tanto :) Li voglio insieme.
      Che quella lamentosa di Elena si metta insieme all'altro e pace.
      Sì, Orphan Black te lo consiglio assolutamente. Non in italiano.

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Non li conoscevo, tranne The Vampire Diaries. E s..no. Le prime stagioni le ho adorate. Durante "the diparted", il finale della terza stagione, non sapevo se consolare una mia amica che mi piangeva disperata vicino, o unirmi a lei. Poi ho optato per la prima (non volevo piangere davanti a mio fratello su), ma da lì in poi sempre peggio. Mi sono finalmente accorta di quanto avessi voglia di prendere a schiaffi Elena..a martellate..a sprangate..(troppo Game of Thrones?). Comunque sia le ultime due puntate della quinta stagione mi hanno fatto rabbrividire, e NON in senso positivo, cioè andiamo, peggio che ridicolo. Ok sono stata troppo cattiva? Chiedo scusa alla Plec, ma se l'è cercata! In compenso le ultime due di The Originals mi hanno fatto sentire l'opposto, mamma mia, quelli sono i brividi che voglio! Ora non mi resta che dare un'occhiatina a questi telefilm qua, tanto per aggiungerne qualcuno alla mia lista, ehm, leggermente infinita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parti da Orphan Black. Sono solo 20 episodi, per ora. Li guardi in un attimo, sono sicuro ;)

      Elimina
  14. Ho provato a guardare Delirium, ma ho mollato dopo venti minuti. I dialoghi sembravano scritti con un generatore casuale di banalità, e la premessa Equilibrium fatto male :/
    Orphan Black mi sa che lo recupererò quest'estate, ne sento parlare benissimo *-*

    RispondiElimina
  15. Non ho ancora visto il pilot di Delirium e nemmeno letto i libri, ma credo che quest'estate ci darò un'occhiata. Io sono a metà della prima stagione di Orphan black e ommidio lo sto adorando! (lo avevo citato in uno dei mie post, sono ancora all'inizio, portare pazienza :]). sono d'accordo con te per quel che riguarda The vampire diaries, la sceneggiatura non è proprio il massimo ma adoro seriamente questa serie tv, trovo che gli attori siano adorabili e, ehi, non vedo l'ora di vedere la sesta stagione! A proposito, ci sono novità? Quando la trasmetteranno su Mya?
    Di Faking it non ne ho mai sentito parlare, ma guarderò qualche puntata, sembra interessarmi :)
    Ps: adoro questa rubrica! ;)

    RispondiElimina
  16. @Katerina: Equilibrium sai che non l'ho visto? Orphan Black ti piacerà tanto, o almeno spero. Imparerai a venerare la Maslany episodio dopo episodio.
    @Ramona: Mi dispiace, ma TVD l'ho sempre seguito in lingua. Non sono aggiornato sulle trasmissioni in Italia. Grazie mille ;)

    RispondiElimina
  17. Per The vampire diaries non mi pronuncio. Amo quella serie da quando è iniziata e non sarei oggettiva a parlarne. Faking it è tra le serie che voglio iniziare presto e di Delirium sono curiosissima :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Faking it merita, Delirium non molto. Vedrai tu stessa. Il motivo della cancellazione è comprensibile...

      Elimina
  18. OMG. Mi ero persa un post del genere? Ho riso come una pazza per la tua recensione di vampire diaries. Cmq io devo ancora vederla la quinta. Diciamo che l'assenza prolungata di connessione mi ha fatto bocciare sui telefilm e film, sto indietro praticamente con tutti. Arrow però l'ho finito. A lui non potevo proprio rinunciare. LOL.

    RispondiElimina
  19. Ho visto anch'io il Pilot di delirium e sono rimasta un pò boh... Hanno sconvolto tantissimo il libro e come già detto hanno riassunto tutto un libro in 40 minuti! Chissà se andrà avanti...
    TVD quest'anno mi ha annoiato un pò, i libri li continuo a leggere anche se sono noiosi alla morte con Stefan ed Elena che colano miele e zucchero :p
    Ho visto anche il Pilot di The Flash e devo dire che non è male!

    RispondiElimina