giovedì 25 agosto 2016

Coming This Fall [2016] - Parte II

Buongiorno, amici lettori. Come state? Spero bene, all'indomani di una tragedia che ci fa tremare tutti (dalle mie parti, letteralmente: i letti hanno ballato nel cuore della notte e, al mattino, i telegiornati ci hanno messi faccia a faccia con le drammatiche conseguenze del sisma, a poche regione di distanza). Ci si distrae, per quanto possibile, parlando di quello che ci tira su. I libri: in particolare, quelli di prossima uscita. Nella seconda carrellata, romanzi per ragazzi – e ci sono young adult e saghe storiche, trasposizioni cinematografiche imminenti e nuovi talenti – e scampoli della narrativa straniera che mi è saltata all'occhio sul web. Felice, in particolar modo, per quel Fangirl di cui vi ho tradotto la trama alla bell'e meglio. Una data d'uscita non c'è, ma la Piemme, dopo Per una volta nella vita, curerà per la terza volta la traduzione di un'autrice irresistibile che, di nome, fa “arcobaleno”. Harry Potter e la maledizione dell'erede, invece, puzza di bruciato sin da qui; o no? La parola a voi. Un abbraccio. M. 

                                                         Narrativa per ragazzi
Titolo: Harry Potter e la maledizione dell'erede
Autore: J.K. Rowling, John Tiffany, Jack Thorne
Editore: Salani
Numero di pagine: 352
Prezzo: € 19,80
Data di pubblicazione: 24 settembre
Sinossi: È sempre stato difficile essere Harry Potter e non è molto più facile ora che è un impiegato del Ministero della Magia oberato di lavoro, marito e; padre di tre figli in età scolare. Mentre Harry Potter fa i conti con un passato che si rifiuta di rimanere tale, il secondogenito Albus deve lottare con il peso dell'eredità famigliare che non ha mai voluto. Il passato e il presente si fondono minacciosamente e padre e figlio apprendono una scomoda verità: talvolta l'oscurità proviene da luoghi inaspettati.
Basato su una nuova storia originale scritta da J.K. Rowling, Jack Thorne e John Tiffany, Harry Potter and the Cursed Child, una nuova opera teatrale di Jack Thorne, è la prima storia ufficiale di Harry Potter rappresentata a teatro.

Titolo: Nerve
Autore: Jeanne Ryan
Editore: Newton Compton
Numero di pagine: 320
Prezzo: € 9,90
Data di pubblicazione: 29 settembre
Sinossi: Quando Vee viene selezionata come concorrente per il gioco in diretta online Nerve, scopre che il gioco la conosce. Gli organizzatori l’hanno attratta e convinta a partecipare con premi allettanti e con la promessa di fare coppia con il ragazzo perfetto, il brillante e sensuale Ian. In un primo momento Nerve si rivela incredibilmente divertente: i fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara quando i partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Grand Prize. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?

Titolo: Antiche voci da Salem
Autore: Adriana Mather
Editore: Giunti
Numero di pagine: 320
Prezzo: € 16,00
Data di pubblicazione: 31 Agosto
Sinossi: Salem, ai giorni nostri: Samantha Mather si trasferisce nell'antica casa avita per stare vicina al padre, inspiegabilmente in coma, ma la città non è disposta ad accoglierla a braccia aperte. Oltre tre secoli prima Cotton Mather è stato protagonista del processo alle streghe, firmando il trattato usato a fondamento delle condanne, e i rancori che hanno spaccato la comunità sono ancora terribilmente vivi. Samantha si trova isolata, avvolta dall'ostilità gelida degli Eredi, discendenti dalle presunte streghe. Passato e presente si intrecciano in un groviglio pericoloso. Neppure Jaxon, figlio della migliore amica del padre e segretamente attratto da Samantha, è immune al rancore e le cose si complicano ancor più quando lei entra in contatto con l'affascinante Elijah, uno spirito tragicamente coinvolto nelle antiche vicende storiche. Samantha scopre un modello ricorrente nei secoli, in base al quale le famiglie dei perseguitati e dei persecutori pagano periodicamente un terribile tributo di morti. C'è solo una speranza per evitare che la storia si ripeta: svelare i segreti del passato fra odi antichi e passioni, e rinunciare a qualcosa di sé per aprirsi a un sentimento nuovo.

Titolo: Fangirl
Autore: Rainbow Rowell
Editore: Piemme
Numero di pagine: 480
Prezzo: € 17,00
Data di pubblicazione: ottobre
Sinossi (tradotta da me): Cath è una fan di Simon Snow. Okay: tutti sono fan di Simon Snow. Ma per Cath essere una fan è tutta la sua vita. Lei e la sua gemella, Wren, sono rimaste folgorate dalla serie di Simon Snow quando erano solo delle bambine: a modo suo, le ha aiutate a superare l'abbandono della madre. La sorella di Cath si è ormai allontanata dal fandom e, con l'università, le comunica di non voler dividere la stanza con lei. Cath è sola: fuori posto. Ha una compagna di stanza scontrosa, un bel ragazzo che le ronza sempre attorno, un prof di scrittura creativa che guarda alle fanfiction come a una piaga dell'era moderna, un compagno di classe bellissimo e amante delle parole. E lei non riesce a smettere di pensare al padre, fragile e gentile, che non è rimasto mai davvero solo prima d'ora. La domanda è: Cath può farcela senza Wren che le tiene la mano? E' pronta a vivere la propria vita? Scrivere le proprie storie? E vuole,  soprattutto, se ciò significa scordarsi di Simon Snow?

Titolo: La biblioteca delle anime
Autore: Ransom Riggs
Editore: Rizzoli
Numero di pagine: 280
Prezzo: € 18,00
Data di pubblicazione: ottobre 
Sinossi (tradotta da me): Un adolescente dai poteri straordinari. Un'armata di mostri. Un'epica battaglia per il futuro della “peculiarità”. L'avventura che è iniziata con La casa per bambini speciali di Miss Peregrine e che è proseguita, poi, in Hollow City, giunge alla sua elettrizzante conclusione. Jacob, 16 anni, scopre di possedere un'abilità tutta nuova, e presto inizia a viaggiare attraverso la storia per salvare i suoi compagni speciali da immani pericoli. Ad accompagnarlo, questa volta, Emma Bloom, la ragazza che sprigiona fiamme dai polpastrelli, e Addison MacHenry, un cane da tartufo che fiuta bambini perduti. 


Titolo: Quello che non sai di me
Autore: Meg Wolitzer
Editore: Il Castoro – Hot Spot
Numero di pagine: 276
Prezzo: € 15,50
Data di pubblicazione: 29 settembre
Sinossi: Hai mai sperato di poter tornare indietro nel tempo, all’esatto istante prima che tutto cambiasse per sempre?Attraverso un’avvincente esplorazione della psiche umana, Meg Wolitzer racconta che cosa significa perdere qualcuno, o qualcosa, che ami. E poi perderlo un’altra volta.

                                                            Romanzi d'importazione
Titolo: Le solite sospette
Autore: John Niven
Editore: Einaudi – Stile Libero
Numero di pagine: 350
Prezzo: € 18,50
Data di pubblicazione: 23 agosto
Sinossi: Quando Susan - a causa dei vizi nascosti del marito - si ritrova vedova e con la casa pignorata, insieme ad alcune amiche decide di compiere una rapina. Contro ogni probabilità, il colpo va a buon fine, e alle «cattive ragazze» non resta che raggiungere la Costa Azzurra, riciclare il denaro e sparire. Nulla che possa spaventarle, dopo tutto hanno piú di un motivo per riuscire nella loro impresa: andare in crociera e fuggire il brodino dell'ospizio.

Titolo: Quando eravamo immortali
Autore: Charlotte Roth
Editore: Sperling & Kupfer
Numero di pagine: 432
Prezzo: € 18,90
Data di pubblicazione: 30 agosto
Sinossi: «Non puoi perderti la notte più folle della tua vita»: è con queste parole che Alexandra si lascia trascinare fuori di casa dall'amica del cuore. Fosse stato per lei, se ne sarebbe rimasta tra quelle quattro mura anguste, insieme alla nonna che l'ha cresciuta, Momi, in mezzo alle poche cianfrusaglie che non bastano a svelare un lontano passato di cui la nonna è molto gelosa. Invece, in quella notte che sta per cambiare la Storia, Alex si ritrova catapultata nel cuore della vita, quella vita di cui, nei suoi ventitré anni, ha sempre avuto paura, senza sapersi spiegare il perché. Travolta dal mare di folla che si sta riversando da Berlino Est alla parte opposta della città, fino ad allora inaccessibile, Alex viene letteralmente spinta tra le braccia di un ragazzo dell'Ovest: Oliver. Con lui, scoprirà non solo un mondo dai confini più vasti, colorato da cibi sconosciuti, profumi stranieri, nomi dal suono irresistibile, ma scoprirà soprattutto per la prima volta l'amore, quello capace di infrangere ogni paura...

Titolo: Dispetti di famiglia
Autore: Jill Sooley
Editore: Giunti
Numero di pagine: 384
Prezzo: € 12,90
Data di pubblicazione: 7 settembre
Sinossi: Un marito che se la dà a gambe e una figlia da crescere da sola: a quarant'anni Marie non si aspetta certo altre sorprese dalla vita, e la piccola Floss è tutto quello che le rimane. Almeno fino al giorno in cui, su un autobus, non cade letteralmente tra le braccia di Ray, un giovane vedovo dai folti capelli neri, e Lolly, una ragazzina ribelle di undici anni che ha appena perso la mamma. Ed ecco che in un batter d'occhio la famiglia si allarga, perché Marie e Ray, travolti dalla passione, convolano a seconde nozze e tutti si ritrovano a vivere amorevolmente – o quasi – sotto lo stesso tetto. Un autentico manicomio, e saranno le voci di Marie, Floss e Lolly a raccontarlo, ognuna dal suo particolarissimo punto di vista. Marie sempre più impegnata nel suo doppio ruolo di madre-matrigna, Floss ai ferri corti con il patrigno, e Lolly che non riesce proprio a mandar giù il secondo matrimonio di papà. Tra dispetti, malintesi e riconciliazioni, in una miscela a dir poco esplosiva, chi sarà a trionfare alla fine: l’amore o i legami di sangue?

Titolo: L'uomo che inseguiva i desideri
Autore: Patrick Phaedra
Editore: Garzanti
Numero di pagine: 288
Prezzo: € 16,90
Data di pubblicazione: 1 settembre
Sinossi: Da un anno, ogni mattina, Arthur Pepper si sveglia alle sette e compie con esattezza gli stessi gesti. Questo è l’unico modo per superare il dolore per la perdita dell’amata moglie, Miriam, dopo tutta una vita passata insieme. Solo così gli sembra di poter fingere che lei sia ancora con lui. Ma il giorno del primo anniversario della sua scomparsa, Arthur prende coraggio e decide di riordinare gli oggetti di Miriam. Nascosta tra gli stivali, vede improvvisamente una scatolina. Dentro c’è un braccialetto con dei ciondoli: sono a forma di tigre, fiore, elefante, libro e altri piccoli oggetti. L’uomo inizialmente è perplesso; la moglie non indossava gioielli. Ma poi inizia a guardare con più attenzione e si accorge che su un ciondolo è inciso un numero di telefono, che Arthur non può fare a meno di chiamare subito. È l’inizio della ricerca e delle sorprese. Un viaggio che gli fa scoprire una Miriam sconosciuta, ma che ha ancora tanto da insegnargli. E gli ricorda che l’amore è sorprendersi ogni giorno, per tutta la vita e anche oltre.

Titolo: Ricettario amoroso di una pasticciera in fuga
Autore: Louise Miller
Editore: Sonzogno
Numero di pagine: 352
Sinossi: A Boston, Livvy è una rinomata pasticciera (e pasticciona) che lavora per il club più esclusivo della città. Ma i successi professionali non sempre si accompagnano con una vita privata all'altezza, tanto più che la donna ha una storia sentimentale col proprietario (sposato) del locale. Durante la festa di celebrazione dei 150 anni del club, infatti, le cose precipitano e Livvy decide di abbandonare tutto e scappare in un paesino del Vermont. Per una cittadina come lei, la vita di provincia non è proprio un toccasana. Eppure, tra amicizie sorprendenti, gare per la miglior torta di Natale e serate col banjo, e grazie a un insolito visitatore, Livvy scoprirà che le soluzioni arrivano quando meno te le aspetti.


Titolo: Un figlio
Autore: Aljenadro Palomas
Editore: Neri Pozza
Numero di pagine: 288
Prezzo: € 17,00
Data di pubblicazione: 22 settembre
Sinossi: Guille non ha niente in comune con i suoi compagni di quarta elementare. Sarà perché non si è ancora ambientato nella nuova scuola, dice suo padre, Manuel Antúnez, quando la maestra Sonia lo convoca d’urgenza in aula docenti. Sonia, però, scuote la testa. Quella mattina, prima dell’intervallo, ha chiesto agli alunni che cosa avrebbero voluto fare da grandi. Guille ha risposto... Mary Poppins.
Nessuno dei due adulti ha, però, intuito il vero motivo della risposta di Guille. Avere i poteri magici di Mary Poppins significa per il bambino risolvere d’incanto tutti i suoi problemi. Gli basterebbe, infatti, cantare Supercalifragilistichespiralidoso e sua madre tornerebbe a casa, suo padre smetterebbe di passare le sere a piangere e la sua amica Nazia non sarebbe costretta ad andare in Pakistan a sposare un signore anziano che neppure conosce. Guille è stufo che tutto il mondo continui a ripetergli che è soltanto un bambino e che i bambini non possono capire certe cose. Lui, invece, le capisce benissimo.

Titolo: Lo stradivari perduto
Autore: John Meade Falkner
Editore: Neri Pozza
Numero di pagine: 160
Prezzo: € 14,50
Data di pubblicazione: settembre
Sinossi: Nel 1842, John Maltravers frequenta l’Università di Oxford, iscritto a uno dei più antichi college inglesi, il Magdalen Hall. Nelle ore libere dagli studi coltiva la sua grande passione: la musica. Valente violinista, si esercita spesso nel suo appartamento, accompagnato al pianoforte da William Gaskell, studente al New College ed eccellente pianista. In una notte insolitamente calda, quando Gaskell ha appena lasciato il Magdalen Hall, sfogliando gli spartiti lasciati sul tavolo dall’amico, John è attratto da una copia manoscritta di alcune suite, redatta a Napoli nel 1744. Seguendo uno di quei misteriosi impulsi che sfuggono al controllo della ragione, posa lo spartito sul leggio, toglie il violino dalla custodia e comincia a suonare. Alle battute iniziali di un’aria piena di brio, sente dietro di sé un cigolio proveniente da una vecchia poltrona di vimini.
Qualche tempo dopo, alle prime luci dell’alba di una notte insonne, attaccando di nuovo quell’aria, John riavverte quel rumore sinistro. Volge lo sguardo e, nella luce argentea del mattino, scorge, seduta sulla poltrona di vimini, la sagoma di un uomo…

37 commenti:

  1. Harry Potter, per me, è terminato con i Doni della Morte anche se quasi tutti gli spettatori osannano questa piece teatrale nonostante la sinossi apparentemente surreale: mistero.
    Fangirl unico segnato, ma la lista è già lunga, specie grazie alle piccole CE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, invece, ne sento parlare più male che bene.
      Però, per nostalgia o che, alla fine cederò.
      Prevedo.

      Elimina
  2. Di Nerve attendo il film...
    Oookay, attendo più che altro Emma Roberts, lo confesso. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per una volta, potrei andare di film anch'io.
      Dal trailer, mi pare una supercazzola divertente. ;)

      Elimina
  3. Sono contenta tu stia bene. Io essendo campana, non ho sentito molto, posso solo immaginare la paura dato che a dicembre di qualche anno fa arrivò anche qui.
    Parlando di libri, non credo leggerò il nuovo Harry Potter, mi sono già fatta spoiler con il video di Ilenia Zodiaco (che adoro). Sono contenta invece di Fangirl, chissà come sarà la copertina, io ho adorato Eleanor&Park.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io la Zodiaco non la seguo troppo (diciamo che non mi fa molta simpatia, in realtà), ma ho letto una descrizione dettagliata della pièce teatrale su un giornaletto da spiaggia. Con un occhio chiuso e uno aperto, però, perché già non sembra granché... Non voglio spoilerarmi tutto. :)

      Elimina
    2. Sarà sincera, a me piace molto, ma capisco che non possa piacere per alcuni suoi modi.
      Se lo leggerai, sarò curiosa di sapere la tua opinione! A proposito, devono uscire anche altri tre ebook della Rowling.

      Elimina
    3. Ma che ha dato vita, a una catena di montaggio? :-P
      A me, Ninfa, in generale dà fastidio chi legge libri brutti - lo dicevo con Silvia, di Il piacere della lettura - per demolirli pubblicamente. Se sai a priori che non meritano la tua attenzione, perché li leggi? Le visualizzazioni (e per esperienza ti dico che le stroncature attirano lettori più degli elogi sperticati) valgono il tuo tempo perso? Ma non mi riferisco tanto ad Ilenia che, per carità, è ironica e preparatissima, quanto ai colleghi youtuber che le fanno il verso...

      Elimina
    4. Sulla catena di montaggio, che dire, concordo, hahahah. Meno male che aveva detto che HP era un capitolo "chiuso" della sua vita.
      Per questo dico che Ilenia può "dare fastidio", diciamo che però i suoi modi li giustifico in quanto può aprire gli occhi alle ragazzine, dato che ormai, se vedi su qualsiasi social network è importante che leggi (e le ragazze/ragazzi si sentono fighi a farlo) e non ciò che leggi e purtroppo non mi riferisco solo alle ragazzine.
      Per quelli che cercano di imitarla, concordo, ultimamente vedo troppo odio e disprezzo ed è una cosa che personalmente detesto.

      Elimina
    5. Capisco l'intento, allora; meno quando si sconfina nel "massacro" gratuito di fanfiction dei One Direction & Co. Che sono brutte posso giurarlo a scatola chiusa, ma fargli un processo mi sembra eccesivo. Ma magari sono io che ho visto i video sbagliati, ripeto: generalmente, non sono un fan degli Youtuber. Video troppo lunghi e, da parte mia, sbadiglio troppo facile. :)

      Elimina
    6. Su quello posso capire ;)

      Elimina
    7. Mi intrometto un attimino ^^
      Personalmente non ho niente contro gli youtubers, anzi, quando non ho il computer con me (tipo se sono in vacanza) li guardo anche volentieri, ma non capisco proprio chi legge romanzi che a priori non potrà mai apprezzare.
      Io ho provato il genere erotico, ho stroncato tre letture e quindi basta, che senso ha continuare? Però come dice Michele le stroncature ti portano molte più visualizzazioni, quindi in automatico faccio 1+1.
      E poi perché classificare un genere in una categoria specifica che può essere trash o libri di melma... questi youtubers avrebbero argomenti molto più validi su cui fare video... perché perdono così il loro tempo? Forse, sotto sotto, questi libri li adorano, ma non lo ammetteranno mai nemmeno sotto tortura ;) oppure sanno come salire in classifica e non ci vogliono rinunciare.
      P.S. Io in passato ho anche chiesto a qualcuno cosa lo spingesse verso determinati titoli, ma non ho mai avuto risposta.

      Elimina
  4. Aspetto con ansia "Antiche voci da Salem", sono troppo curiosa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, prima di oggi, non lo conoscevo.
      Titolo e copertina originali, però, attiravano di più.

      Elimina
  5. "Le solite sospette" mi incuriosisce, sembra simpaticissimo! :D
    Oddio, Harry Potter nuovo no... non è ancora uscito, e io già mi sono stufata di sentirlo nominare da tutte le parti ahaha! :P
    No, vabbe'... scherzi a parte, la serie della Rowling, prima o poi, mi deciderò a finirla anch'io. Forse! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non l'hai finita?
      Ma cosa mi dici mai! :-D

      Elimina
    2. Pensa che non ho neppure visto tutti i film! Che dici, avrò vissuto sulla luna?! :P

      Elimina
  6. HP a parte, di cui chissà quando tornerò a leggere tutti, TUTTI i libri, l'unico che può ispirarmi è Le solite sospette, anche se tra copertina e genere il rischio ripetizione tra vecchini in viaggio e centenari in fuga, è troppo alto per farmi rischiare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però, conoscendo almeno di fama Niven (che poi è l'autore di Kill Your Friends), mi aspetterei un viaggio dalle tappe inconsuete. ;)

      Elimina
  7. Diciamo che attendo di più Rowell che Rowling, ma è anche vero che io con Harry sono ferma alla Camera dei segreti da una vita (a mia discolpa: ho visto i film, almeno quello insomma!).
    Palomas mi sembra piuttosto convincente, con Miss Peregrine invece ... uff, non riesco ancora a decidermi, sì o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Palomas, della rassegna, è il mio preferito. Lo avrò, assolutamente.
      Miss Peregrine non so. Il primo mi è piaciuto, ma mica troppo. Aspetto Libraccio.

      Elimina
  8. Ok,lo confesso.Non ho letto una sola riga di Harry Potter.Non mi interessa nonostante la mia amica prof di lettere ne decanti il valore letterario,e non solo.
    Detto questo,un pensierino sui Neri Pozza lo farei,specie quello di argomento musicale,e non potrebbe essere altrimenti,e i dispetti di famiglia mi intrigano.Grazie mille per le segnalazioni.
    Sul terremoto resto attonita essendo messinese:mi chiedo però perché si continui a costruire senza criteri antisismici.Passi per le costruzioni antiche ma una scuola del 2012 non può crollare.Non è possibile!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si ritorna sempre ai soliti discorsi, purtroppo.
      Alla natura si può dare comunque meno colpe che all'uomo.
      Durante il mio periodo in Sicilia, ne ricordo uno particolarmente forte anche lì (le conseguenze, adesso, non le ricordo: ero piccolissimo).

      Elimina
  9. L'uomo che inseguiva i desideri e le solite sospette. Assolutamente.
    Buona notte
    Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente ..pure Palomas.
      Riciao da Lea

      Elimina
    2. A me, come dicevo, Palomas più del resto.
      Il Garzanti, invece, è finito in WL per caso. All'inizio non lo volevo, uff!

      Elimina
  10. A me che questo Harry Potter sia scritto come una piece teatrale ispira troppo!!! Però c'è qualcosa che non mi torna nella trama... va be' lo leggerò probabilmente, da brava fan ci devo sbattere il naso a costo di rompermelo.
    Poi la Rowell è deliziosa quindi Fangirl entra in wish list, il terzo libro di Riggs devo leggere almeno per rivalutare il secondo (anche se non mi ricordo più una cippa) e non so se resisterò al Garzanti e ai due Neri Pozza... quanta roba ci aspetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppa!
      Su Harry Potter: la mia tesi sarà su Letteratura teatrale italiana, quindi ho praticità col formato :-P

      Elimina
    2. Io adoro il teatro ho avuto un periodo in cui ero proprio in fissa: Shakespeare, Ibsen, pure il teatro greco mi sono sparata. Peccato che di pseudo contemporaneo non ci sia quasi nulla. Ah, delizioso Trappola per Topi di Agatha Christie.

      Elimina
    3. Poi ti chiedo consigli, che sono più ferrato sugli italiani. Con gli stranieri, vado per trasposizioni cinematografiche. Sono pigro!
      (I greci, oh, tradotti anche: che pacchia...)

      Elimina
    4. Be' assolutamente tradotti, di greco non so un'acca xD

      Elimina
    5. Eh, il greco è l'abc. Ricordo giusto l'alfabeto, a tre anni di distanza!

      Elimina
  11. Il fatto che "Harry Potter e la maledizione dell'erede" sia scritto come un'opera teatrale mi incuriosisce abbastanza, però non mi convince che non sia stato scritto interamente dalla Rowling. Potendo scegliere, comunque, un nuovo libro collegato a Harry Potter avrei preferito senza dubbio tutt'altra storia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, invece, avrei decisamente votato per finirla lì.
      La Rowling è brava anche con altre cose. ;)

      Elimina
  12. anche in questa carrellata ci sono libri che mi attirano!
    Ad es. : La biblioteca delle anime - anche se devo recuperare il secondo della trilogia. E sono curiosa di vedere il film a dicembre!!

    RispondiElimina
  13. Harry Potter è già lì pronto da leggere in inglese ma temo ritarderò ancora un po' tra vacanze e altri libri, mentre il terzo volume di Miss Peregrine costa ancora troppo, sia kindle che cartaceo, aspetterò che cali di prezzo: i primi due libri sono carini ma non giustificano né la presenza in una libreria casalinga né una spesa eccessiva (liguria style!)

    RispondiElimina
  14. Harry, come sai, lo aspetto solo perché si parla di Harry e da drogata non so dire basta, le aspettative sono molto basse.
    Sono molto felice per Fangirl,lo volevo leggere da tempo ma non avevo il coraggio di iniziarlo in inglese, spero che lascino la cover originale è molto carina.

    RispondiElimina