lunedì 28 dicembre 2015

Book Awards 2015 - Cosa ho letto e cosa [forse] non avrei dovuto leggere

L'ultima settimana dell'anno è cominciata e, come da tradizione, possono avere inizio i famosi listoni. Da quando si chiacchiera, da queste parti, anche di cinema e telefilm, non soltanto sulle migliori letture – purtroppo per me. Il purtroppo è perché, nel fare bilanci, intervengono l'amnesia e la mia storica indecisione. Farò bene? Avrò dimenticato qualcosa, strada facendo? Sui miei libri preferiti – e quest'anno ne ho letti novantasette in tutto, compresi alcuni testi teatrali e Carol, di Patricia Highsmith, a cui prossimamente dedicherò un post per l'imminente trasposizione – non ho dubbi. Si parte, dunque, da qui: un podio ragionato e, a precederlo, sette titoli non disposti secondo un ordine rigidissimo. Alla fine del post, dopo il romanzo vincitore, qualche lettura che è rimasta fuori dalla lista e che, per meriti o demeriti, ricorderò insieme a voi. 
E la vostra Top 10, invece? 
 Amedeo, je t'aime:I dipinti di Modigliani e il romanzo di Francesca hanno gli stessi identici occhi. Occhi stretti e umidi. Senza segreti, quando si parla di Jeanne Hébuterne. L'unica creatura dallo sguardo azzurro mare, in un mondo imperscrutabile di orbite insonni.
 Suite francese: Una vinta tra tanti racconta i vincitori, con la leggerezza di chi guarda le cose dalla giusta distanza e non mette chincaglierie, a nascondere le crepe delle nostre contraddizioni e i fiori della loro indulgenza.
 Still Alice - Perdersi: Un countdown da incubo, che finisce con l'amore. E con l'Alzheimer. Se l'amore – secondo la leggenda, dalla parola latina “mors”, morte, con una particella privativa davanti – davvero è vita eterna.
 Dante e Aristotele scoprono i segreti dell'universo: La bellezza della prima edizione Loescher – che porta un romanzo sull'omosessualità tra i banchi di scuola - ci mostra che la cultura è libertà. Il posto nel deserto che solo noi, un filosofo greco e un poeta fiorentino conosciamo. Stesi nel cassone di un pick up, a contemplare quelle stelle che, secondo un altro Dante, l'amore stesso muoveva.
 Acquanera: Rimane accanto, prepotente e spietato, come una macchia sul soffitto.
L'amica geniale: Arduo dire quanto sia capolavoro davvero e quanto pensi sia capolavoro per tutti gli altri che l'hanno definito tale prima di te. Elena Ferrante, all'altezza della sua notorietà, non delude, con un album di foto seppia considerato, dai molti, già una specie di piccolo classico. Dai molti, più uno.
Ti prendo e ti porto via: Le pagine sono cinquecento in tutto, la giostra fila nella notte e, dopo l'ennesima sbandata, degli scossoni perdi il conto esatto. E no, non turba nel senso che si rivela un libro triste, e quindi resta impresso perché le cose tristi, alla gente come me e voi, piacciono un mondo. Ma turba nel senso che c'è il cielo sereno e poi grandina. Perturba.
3. Il ladro di nebbia: Quante domande, quante storie in una e, soprattutto, quanta bravura. L'arzigogolata e romantica storia infinita di Lavinia ha i toni surreali - i capelli multicolore e i "se mi lasci ti cancello" - del cinema di Gondry, i mondi fatati di papà geniali, paesi delle meraviglie e maghi di Oz in quantità. Una favola di esordio - in tutti i sensi possibili.
2. On Writing: L'esplorazione del profondo di Stephen King.
1. Stanza, letto, armadio, specchio - Room: Quanto amore possono contenere undici metri? Quanto bene e quanto male queste trecento pagine? Il miracolo raro del mondo visto per la prima volta. Come se Emma Donoghue ci avesse regalato un paio di occhi nuovi – e ogni tanto si inumidiscono – e tutta la speranza che serve. In attesa di vederlo, presto, anche al cinema.” 

I premi di (s)consolazione?
Thriller/ horror: La gemella silenziosa, di S.K. Tremayne
New adult: La nostra ultima canzone, di S.K. Falls
Young adult: Fino alla fine del mondo, di Tommy Wallach
Urban fantasy/distopico: Chaos - La fuga, di Patrick Ness
Romanzo storico: Il miniaturista, di Jessie Burton
Non solo per bambini: Il favoloso libro di Perle, di Timotée De Fombelle
Risate assicurate: L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome, di Alice Basso
La migliore storia d'amore: Un amore di carta, di Jean-Paul Didierlaurent
Il romanzo più... boh: Il manifesto degli attori anonimi, di James Franco
Shock: The Bunker Diary, di Kevin Brooks
Sta' senza pensier”: Giulia 1300 e altri miracoli, di Fabio Bartolomei
Guilty Pleasure: Io, Romeo e Giulietta, di Rebecca Serle
Guarda un po' chi si rivede – i sequel belli: Albion – Ombre, di Bianca Marconero
Be', dai, ci siamo visti – i sequel meno belli: Raven Boys – Ladri di sogni, di Maggie Stiefvater
Tanto rumore per nulla - la sòla suprema: La ragazza del treno, di Paula Hawkins

60 commenti:

  1. che bello questo post, leggo sempre con piacere i bilanci di fine anno. Sia mai che trovo qualche libro da mettere in wish e che non posso perdermi!
    Acquanera per fortuna è già pronto sullo scaffale.. Mi attira il ladro di nebbia, lo metto in wish!
    La ragazza del treno mi ispirava da morire, mi sa che lo leggerò in ebook se avrò tempo.
    L'amica geniale l'ho spero mi piaccia. Albion - ombre bellissimo, l'ho adorato! *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Leda! Passerò con curiosità a leggere anche la tua Top10. ;)

      Elimina
  2. Una classifica variegata, vedo. Sarebbe tutto un "ce l'ho, mi manca", quindi risparmio commenti inutili. Mi riprometto di leggere Suite Francese nonostante il Mammut e, se la catena si sblocca, dovrei leggere presto anche Le stanze buie della Diotallevi, tempo permettendo.
    Buone letture per il nuovo anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che noia i Mammut, mamma mia. Ti posso tentare?
      Io ho letto l'edizione Garzanti, € 4.90.
      Se Libraccio avesse una copia usata? :)

      Elimina
    2. Se garantisci per una traduzione decente e non obsoleta come quella di Via dalla pazza folla, potrei anche darti retta e barattare il Mammut, anche se mi toccherebbe ricomprare tutti gli altri.

      Elimina
    3. Eh, quello è il guaio, in caso di baratto. So che gli altri racconti contenuti nel volume (ma che dico, volumone) sono molto belli. La traduzione, guarda, non mi ha dato problemi: il romanzo è stato riscoperto relativamente da poco, quindi in ogni caso è frutto del lavoro di traduttori vicini nel tempo.

      Elimina
    4. Diciamo pure mattone da tunnel carpale/fermaporte. Vabbé,troverò una soluzione prima o poi, ché Schoenaerts - ecco, l'ho scritto ma non so ancora pronunciarlo - mi aspetta e "Il ballo" mi era piaciuto molto. :)

      Elimina
    5. Al povero Shoenaerts - penso si dica Scionèrst, o così mi vanto di sapere - già gli dà tanto filo da torcere Bathsheba... parlando di nomi musicalissimi. Non farlo troppo aspettare. :)

      Elimina
  3. Hai stilato davvero una classifica interessante! :) Ne ho letti davvero pochi dei titoli che hai citato, alcuni però erano già in wish list e altri li ho aggiunti ora :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Siannalyn. Fammi sapere!

      Elimina
  4. Ma io e te siamo sempre sincronizzati? :P Ok, io ho messo quella dei libri brutti stamattina... quella dei belli arriverà nei prossimi giorni.
    Della tua top ten ho letto solo Ti prendo e ti porto via, ma forse quando era troppo giovane per apprezzarlo appieno, e L'amica geniale, bello bello bello (peccato per tutto il casino che stanno facendo attorno ora).
    Mi piace un sacco il tuo "Sta' senza pensier" :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'anno, Elisa, avrò bisogno di tanti libri Sta' senza pensieri e di tanto, tantissimo Fabio Bartolomei, mi sa. :)

      Elimina
  5. Mi segno la gemella silenziosa che snobbo da un po

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà come lo troverai. Il dubbio perenne - è un thriller psicologico o una storia di fantasmi? - mi ha catturato.

      Elimina
  6. Era ora che iniziassi con le classifiche anche tu! ;=)

    Il modo migliore per non far trionfare l'amnesia è segnarsi tutti i titoli su un file Word, altrimenti io non ricorderei niente e non riuscirei mai a compilarle...

    Room è uno dei film del prossimo anno che attendo di più e il tuo primo posto del romanzo originale è parecchio incoraggiante.

    Di Still Alice il libro è meglio che non lo leggo, se no sono di nuovo lacrime come per il film ahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ormai da diversi anni anch'io tengo un file Word: altrimenti sarebbe impossibile. Già così non si scherza. ;) Su Still Alice: la tristezza e l'angoscia del film, in confronto, non è niente! Grande attesa per Room: pare che la trasposizione, sceneggiata dalla stessa autrice, sia rispettosa e altrettanto forte. Più che per Brie Larson, che ho visto sempre in commediole qui e lì, sono ansioso per il bimbo: ha un ruolo immenso.

      Elimina
  7. Aristotele e Dante vorrei tanto leggerlo, la cover inglese è bellissima, questa un po' meno, ma alla fine l'importante è il contenuto, quindi prima o poi... :D
    Il miniaturista lo vorrei tantissimo, ma ho un prezzo proibitivo per me se devo essere sincera.
    Il favoloso libro di Perle mi attira tanto, quando ne avrò l'occasione e sentirò la necessità di leggerlo, lo comprerò. *_*
    La saga di Abion dovrò iniziarla, mi spaventa il numero di libri.
    Bunker diary... non so se sono pronta per questo libro.
    Devo dire che quest'anno ho letto molto, circa una trentina di libri ed una ventina di manga/graphic novel, so che possono sembrare pochi, ma per me sono tanti. La cosa bella è il fatto che la maggior parte dei libri che ho letto mi sono piaciuti tantissimo e mi hanno lasciato qualcosa, quindi, sono contenta così. :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio così, Ninfa. (:
      Ps. Il romanzo del giveaway parte a breve, promesso.

      Elimina
    2. Mik, da parte mio direi di farti prima le feste in grazia di Dio, almeno io non vado di fretta, tranquillo. XD
      Sì comunque è meglio così. ;)

      Elimina
    3. Va benissimo! Ti scrivo quando spedisco, come ci siamo detti. :)

      Elimina
  8. Ti prendo come esempio, dovrei seriamente riprendere con la lettura. Il 2015 è stato un anno di magra per me da questo punto di vista.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai già un proposito per l'anno nuovo, dài. ;)

      Elimina
  9. Con i libri vado sempre sul classico, ormai lo sai, ma prossimamente (settembre? sono un po' maniaca e vado per Stati nella lettura, l'Italia sta a settembre, ora sono in Russia) mi concederò la Ferrante.
    Room lo attendo in film, mentre di recente ho ri-scoperto la Gamberale con il bellissimo Le luci nelle case degli altri che mi pare fosse in classifica lo scorso anno, può essere?
    Mi intriga un sacco il saggio di King, il tuo bellissimo post di qualche giorno fa lo ha fatto salire nella WL :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immancabile il saggio di King, che piaccia come autore oppure no. La Gamberale - felicissima scoperta dello scorso anno - era nel listone con Arrivano i pagliacci, che pure ti straconsiglio. Le luci nelle case degli altri mi è arrivato prima di Natale, regalo di un'amica blogger, e penso proprio che ci comincerò insieme il 2016. :)

      Elimina
  10. ehmmm ho letto altro, ma di questi nulla mannaggia, nemmeno La Ragazza del treno..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel caso della Ragazza del treno, non ti perdi proprio niente, guà!

      Elimina
  11. Anche io alle prese con la top 10 annuale e mi tocca scegliere tra 116 libri letti ad oggi mica facile.
    Ho però notato parecchi titoli in comune ... Chissà.
    Mentre penso ai miei migliori (i peggiori anche no ��) ti faccio tanti auguri di Buon Anno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon anno a te, cara Chicca.
      116? Cazzarola, oh! :)

      Elimina
  12. Molto materiale interessante, anche se poco del mio genere.
    Ai tempi, ricordo che On writing mi piacque molto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. On Writing saranno dieci anni buoni che lo inseguo, ma l'ho recuperato purtroppo solo adesso: per fortuna che, ogni tanto, ci sono ristampe intelligenti. :)

      Elimina
  13. Dei tuoi preferiti ho letto Acquanera e Ti prendo e ti porto via. Molto belli, concordo con te! Mi ispira molto Suite francese, lo aggiungo in WL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come dicevo a Cecilia, Laura, l'edizione Garzanti è economica e senza sbavature.

      Elimina
  14. Mi toccherà proprio leggere Room, a questo punto.
    Vado a vedere se adesso da qualche parte non-Amazon è in vendita l'ebook di The Bunker Diary, quando ne parlasti ricordo di non averlo trovato (peggio per loro, perché dopo il tuo post avrei acquistato e letto subito).
    Bellissimo il premio "beh, dai, ci siamo visti". :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di The Bunker Diary c'è l'ebook, anche se è abbastanza caro :/

      Elimina
  15. Che bella lista variegata! anch'io sto pensando ai miei best e worst dell'anno. Il problema è che quest'anno non mi sono scritta i titoli letti nel famoso documento word (Ohoh, che disordinata) e la mia memoria ormai fa acqua da tutte le parti! Sono in attesa di cominciare Stanza, letto, armadio, specchio, mentre il romanzo della Petti, altro regalo natalizio, non mi sta ispirando tantissimo. Buona fine anno! baci.

    RispondiElimina
  16. Ladri di sogni è la mia prossima lettura e spero con tutto il cuore che non mi deluda. Albion lo vorrei leggere perché il primo lo avevo adorato ma chissà quando ci riuscirò :( Vorrei leggere anche Il manifesto degli attori anonimi e Amedeo, Je t'aime, perché m'ispirano tantissimo. Ho letto e recensito l'amica geniale e l'ho amato tantissimo. Spero di riuscire a leggere il resto della serie! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io, Mari, spero di continuare presto con la ferrante: in realtà, a casa li ho già tutti. All'appello manca solo il terzo - e il tempo necessario. ;)

      Elimina
  17. Devo fare anche io il post con i migliori e i peggiori dell'anno in questi giorni *_*
    Tra questi che hai nominato voglio assolutamente leggere Stanza, letto, armadio, specchio (anzi, devo recuperare la tua recensione che me la son persa) e anche Il ladro di nebbia! Acquanera sarà senz'altro anche nella mia top, come anche Ombre :3
    Mi spiace solo per la Stiefvater che si è presa il premio di sconsolazione Y.Y

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Stiefvater si è meritata tanti, grossi fischi, quest'anno. Passerò a leggere la tua lista ^^

      Elimina
  18. classificone, da buon non lettore non ne conosco nemmeno uno :-), mi ispira il ladro di nebbia...

    RispondiElimina
  19. Quest'anno sono così pigra (cioè, più pigra del solito) che non sono sicura se stilerò una classifica xD
    Tra questi ho letto soltanto Ladri di sogni mentre Ombre e La ragazza del treno dovrebbero essere due delle mie prossime letture:) Gli altri non li ho letti, ma credo proprio che mi appunterò i titoli. Ho intenzione di ampliare i miei orizzonti y.y

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meno male che c'è il romanzo di Bianca; La ragazza del treno avrai capito che, per me, è una delusione assurda.

      Elimina
    2. Lo so, ma non sei l'unico a quanto pare! Comunque magari a me piace dato che non sono un'esperta del genere :) tra l'altro mi serve per una challenge letteraria, perciò proviamo :3

      Elimina
  20. Abbiamo alcune letture in comune che ho amato molto, come Ti prendo e ti porto via, Amedeo je t'aime, Acquanera e la Ferrante, e altri titoli che ho segnato in wish. Adoro questi post di fine anno, anche se influiscono sempre sul mio budget di inizio anno ;-)
    Capperi hai letto tanto, io non così ma sono soddisfatta, presto pubblicherò la mia top five o ten che sia, vedrò. Bacio Mik

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci leggiamo/sentiamo presto, allora. ;)

      Elimina
  21. Ho letto veramente poco della tua lista :( condivido il tuo parere su Albion. Il favoloso libro di Perle mi incuriosisce mi piacciono i libri per bambini che però sono belli anche da grandi, di questo genere mi è piaciuto olga di carta che è nella mi a top 10 dei migliori del 2015.
    Ti faccio tanti auguri di buone feste e di buon anno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanti auguri anche a te! Olga di carta, ovviamente, è in lista: anch'io stravedo per la narrativa per bambini. ;)

      Elimina
  22. Bella lista, ma sono costretta ad ammettere che ne conosco pochini ^^;;
    Anche io sono alle prese con la mia classifica annuale... e credo che dovrò iniziare a tenere un file su word anch'io: goodreads aiuta, ma è un po' caotico passare da una pagina all'altra e senza vedere i libri tutti insieme se ne perde sempre qualcuno.
    Buon proseguimento di feste :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il mio file Word quest'anno ha compiuto dieci anni, sai? :-D Buone feste anche a te.

      Elimina
  23. Ho iniziato a dubitare de "la ragazza del treno" quando l'ho visto pubblicizzato ovunque, e l'ho immediatamente paragonato a "la solitudine dei numeri primi", libro che mi ha convinto definitivamente a tenermi alla larga dai cosiddetti "bestsellers". Direi che ho fatto bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco, io mi sono tenuto a lungo alla laraga dall'esordio di Giordano, però - ultimamente - sono curioso. Nel 2016 saprai se, smaltite le chiacchiere e le pubblicità, mi piacerà oppure no. ;)

      Elimina
  24. per On writing, già sai, Chaos è nella mia top ten del 2015 (dietro a, ti farà piacere saperlo, un certo Zingoni :3 ) ma quello che metto in Wish list è assolutamente il romanzo più... boh. Non ci sono abbastanza romanzi ... boh, è il momento di perorare questa causa!
    ( e, grazie per il guarda un po' chi si rivede :) mi tengo di buono :) )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fatti rivedere presto, mi raccomando!
      I romanzi... boh sono una meraviglia per pochi eletti. James Franco è un tipo assurdo, ma a volte lo adoro. :-D

      Elimina
  25. "Suite francese" è davvero un libro meraviglioso, forse uno dei miei libri preferiti.
    E "Ti prendo e ti porto via" fu veramente una sorpresa quando lo lessi, ormai qualche anno fa. Mi colpì moltissimo.
    "Stanza, letto, armadio, specchio" invece ancora non l'ho letto, ma sentirne parlare così bene mi spinge a volerlo recuperare quanto prima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bentrovata, Camilla. E buon anno! :)

      Elimina
  26. Ho adorato molti dei libri che hai citato! Amedeo Je t'aime, Acquanera, Il ladro di nebbia e L'imprevedibile piano della scrittrice senza nome sono anche nella mia top ten! Voglio assolutamente leggere Stanza, letto, armadio, specchio e cercherò di procurarmelo al più presto!

    RispondiElimina