venerdì 18 aprile 2014

Qui pro cover #4

Ciao a tutti, amici! Primo post scritto in quelli che saranno brevi, brevissimi giorni di vacanza. Martedì sarò di nuovo all'università, arghhh. Mi sono svegliato, questa mattina, e – mancandomi ancora un centinaio di pagine per finire Quando il diavolo mi ha preso per mano, di cui sono certo che in molti vorranno sentir parlare – ho deciso di intrattenervi con un appuntamento lampo di Qui pro cover. E sarà più generoso del solito. Le cover di oggi, complessivamente, sono ben tredici. Ma la scorta di “doppioni” che ho sul pc è talmente infinita che, ogni tanto, posso permettermi di essere uno scialacquatore in piena regola, già. Perché io sarò uno scialacquatore, ma le case editrici è da un po' che badano al risparmio: lo mostrano le copertine di oggi, italiane o straniere che siano. Affrontiamole insieme, coraggio: diamoci la mano. Fa così... Pasqua. "Scambiamoci un segno di pace". L'hanno capito bene le cover del primo gruppo: le prime quattro mettono a fuoco anche le sagome dei tizi, lì, mentre le altre tre badano al dettaglio. Le mani, le sue: pensiero stupendooo. Ah ah. Per quanto cambi lo sfondo, il tema è lo stesso in entrambe le situazioni. Da notare le mani tutte bendate di Sweet Home: la storia d'amore tra una timida fanciulla di periferia e un accanito mangiatore di pellicine? Delicatissima quella di La memoria del cuore: quella che preferisco. E dopo le mani, cosa vorreste vedere? I piedi, le scarpe. Inquietante, la cosa, ma non quanto la nuova pubblicità della Ventura: non temete. I saldi sono finiti, ma le case editrice hanno messo in sconto le rimanenze di magazzino: mi dicono che anche chi legge ha bisogno di calzature e gli editori, in tempo di crisi, si sono buttati anche su questo business. Queste altre sei cover non sono propriamente gemelle, ma sono – piuttosto – parenti dirette. Le prime pubblicizzano palesemente le mitiche Converse – la ragazza di The Boyfriend Thief ha le ballerine, sì, ma adesso piega maglietta ad H&M: licenziata. Le altre, invece, sono per le piccole di casa: Indesiderata è anche un titolo bello rassicurante... Per oggi è tutto. Quali sono le meno peggio, che ne pensate? Non vi faccio gli auguri, perché conto di postare una recensione entro domani, se vi farà piacere. Un bacione e buona giornata, M.


22 commenti:

  1. Mamma mia! Non pensavo ci fossero così tanti doppioni! Del primo gruppo di 7, mi piace molto "Sweet Home".
    Del secondo gruppo "Oltre i limiti" resta nel mio cuore. ^^

    RispondiElimina
  2. Le scarpette potevano almeno cambiare il colore :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari sono sempre le stesse, ahahahha. Vedi che a lungo andare si sono consumate?! Magari, per le prossime cover, ne compreranno di nuove. Ma solo un paio!

      Elimina
  3. ahahahahahah un accanito mangiatore di pellicine ahahahahahahah
    mi fai morire dal ridereeeeeeeeeeeeeeee!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha il mio stesso problema, lui :P

      Elimina
  4. Sei fenomenale, mi fai sbellicare!! :'D
    Adoro questa rubrica!

    RispondiElimina
  5. Uhm di quelle con le mani non me ne fa impazzire nessuna X°D
    Mentre trovo tanto carina la prima con le scarpe lui/lei :3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lei è trasgressiva. Indossa le ballerine in un mondo di Converse.
      Katniss 2.0? :°D

      Elimina
  6. Mik mi fai morire XDXD Concordo con Deni, tra quelle delle mani non ne vedo una che spicchi sull'altra.. mentre per le scarpette "Oltre i limiti" è proprio carina!
    Aspetto con ansia le "Altre scarpe".. tu sai di cosa parlo!! XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, praticamente darò vita a un catalogo :P

      Elimina
  7. Quelle con le scarpe mi piacciono molto di più di quelle con le mani.
    In ogni caso, originalità portami via XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me. Siamo dei feticisti, ahahhaha :)

      Elimina
    2. Come donna mi sento giustificata nella mia preferenza per le scarpe XD

      Elimina
    3. Nei prossimi episodi, ci sono le cover coi tacchi. Attenzione! :P

      Elimina
    4. Cover coi tacchi? Posso immaginare i titoli...
      "Oddio che avevo in mente" e il suo seguito "Sapevo di dovermi portare le scarpe di ricambio", più lo spin-off "Se ti aspetti che cammini nel prato coi tacchi a spillo non hai capito niente" XP

      Elimina
    5. LOL
      Hai una trilogia già pronta!

      Elimina
  8. Ah, una delle mie rubriche preferite! Un appuntamento fisso in pratica. Dunque, secondo me i tizi che si tengono per mano nelle prime quattro copertine sono sempre gli stessi, al buio, d'estate, d'inverno e nei boschi ma so' sempre loro. Sai che mani sudate tra tutti e due? Chissà per quanto tempo (e quante copertine nel mondo!) hanno posato così.
    Il mangiatore di pellicine non sarà mica uno di quei cavernicoli che vanno adesso di moda che si prendono a botte negli scantinati (vedi Uno splendido disastro)? Ha pure la fascia insozzata, che ne so. Me sa di Mike Tyson di Ostia.
    E sì, purtroppo la ladra di fidanzati (biricchina!) oltre che rubare fidanzati a destra e a manca ha anche il coraggio di sfoggiare delle ballerine. Ti credo che piega maglie da H&M adesso! E le ha detto pure bene. Io l'avrei punita piazzandola da Stradivarius, quel negozio che puzza di WcNet e ha la musica più brutta che tu possa mai sentire a tutto volume. SEMPRE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahhahahahahah, mi fai morire :D
      Dei tizi che si tenevano per mano, c'era anche una versione con i due nudi in mezzo a un bosco. Si vedeva anche un pezzo di chiappa. Non l'ho messa perché sono raffinato io...e perché non ci entrava, nel post! La prossima volta...

      Elimina
    2. Nudi in mezzo a un bosco, con la mezza chiappa vedo-nonvedo-tenemostrosolomezza in primo piano. Una copertina, come dire? Raffinata xD

      Elimina
    3. Era una di quelle in vendita, con tanto di titolo e nome dell'autore ancora da inserire. Fai girare la voce tra gli amici: è imperdibile! Il sogno di ogni scrittore ;)

      Elimina