mercoledì 4 dicembre 2013

Blogtour: Raven Boys, di Maggie Stiefvater - Tappa #4


Ciao a tutti, amici. E perdonatemi per l'ora. Oggi avrei dovuto postare la tappa del Blog Tour dedicato a Raven Boys, ma, vi dico una verità, mi è completamente passato di mente. Ho parlato del libro con amici e lettori in tutti questi giorni, ma, tra me e me, ero convinto di dover postare tutto giovedì, 5 Dicembre. Anche se è ormai tardi, vediamo di rimediare. Chiedo scusa a tutti, ma adesso capite perché io e le scadenze, in questi mesi, non andiamo d'accordo, proprio no. Dopo gli appuntamenti su Reading is believing (qui), Sweety Readers (qui) e From a book lover (qui), in questa quarta tappa tocca a me darmi da fare. Vi parlo del libro del momento, Raven Boys, e vi parlo di film. Compito facile, direte: io parlo di film tanto quanto parlo di libri. Ho sempre consigli da dare, so sempre cosa dire, ho l'abilità di consigliare un film per ogni occasione. Ma questa volta sono piuttosto in difficoltà: colpa e merito del nuovo romanzo di Maggie Stiefvater. Troppo unico, troppo particolare, troppo originale per essere paragonato a qualcosa che sia stato già scritto, girato, visto. Ci provo ugualmente, sì. Il mio compito di oggi è associare cinque film al romanzo che ho in lettura in questo momento: una lettura al di fuori dagli schemi che – ci riuscirò? - dovrò riuscire a inserire in schemi già consolidatissimi. Un'impresa. Fortunatamente, non sono stato solo. Questa volta, ahimé, ho imbrogliato. Ho chiesto l'aiuto, infatti, di due ospiti a sorpresa: Bianca Marconero – autrice di Albion, mente del blogtour di L'età sottile, avida lettrice e dispensatrice di consigli parti-time – e, ladies and gentlemen, mister Marco Locatelli, colui che, insieme alla Rizzoli, ha portato in Italia questa rara e bizzarra perla di fantasy. Iniziamo, iniziamo.... Il primo film che mi è venuto in mente, già prima di cominciare il romanzo, è Amori & Incantesimi, una fantasiosa e orrorifica commedia nera, con un ottimo cast e con due streghette d'eccezione: Nicole Kidman e Sandra Bullock. La rossa e la bruna, la ninfetta e la ragazza saggia, la sorella sveglia e quella solitaria. Arrivato in Italia nel lontano 1998, il film di Griffin Dunne (Un marito di troppo) e tratto da un romanzo di Alice Hoffman, mi ha ricordato, a prima vista, le litigiose, stravaganti, misteriose e magiche ragazze del 300 di Fox Way. Come la giovane Blue, anche le sorelle Sally e Gillian Owens erano condannate a non innamorarsi mai. Antiche profezie dicevano che, entrambe, avrebbero ucciso il loro vero amore. Altre cose che hanno in comune: una passione per i tarocchi e gli abiti più eccentrici, la cieca e assoluta fedeltà verso la natura e la famiglia, un dissacrante umorismo nero, una magia invisibile che è ovunque, nelle cose grandi e in quelle piccolissime. Accanto alle ragazze Sargent, ci sono loro, i Ragazzi Corvo del titolo: un mistero che, al punto in cui sono giunto, non ancora riesco a risolvere. Non sono maghi, non sono avventurieri, non sono adolescenti comuni. O forse sono tutti questo e altro ancora. Con la loro divisa scolastica, i loro inusuali hobby, i loro colletti inamidati e le cravatte perfettamente stirate, sembrano usciti dall'indimenticabile L'attimo fuggente: ricchi, studenti, grandissimi amici, guidati da un capo più carismatico e affascinante del sempre ottimo Robin Williams. Vivono intensamente, a colpi di lezioni di latino e filosofia, su sfavillanti e rumorose macchine d'epoca, sulla soglia di prodigiose linee di confine – più ambigue e oscure di quelle che separano i traguardi più grandi, adolescenza ed età adulta. Ma sono uniti anche dall'onnipresente presenza del paranormale, da un'ombra di morte che non abbandona mai nessuno. Per questo e per il circolo inaccessibile che compongono, con i loro completi griffati e una generosità infinita, con i loro litigi e le loro verità, mi hanno ricordato i personaggi del film The Covenant, ma solo per quello. Fortunatamente, la differenza tra le creature meravigliose della Stiefvater e i protagonisti popolari e bellocci di quel trascurabile horror del regista del futuro Hercules: La leggenda ha inizio sono tante, pure troppe. Questo è uno dei tanti motivi per cui Raven Boys mi sta piacendo così tanto: non è scontato e ha personaggi umani, anche se sovrumani, in cui tutti possono identificarsi senza troppo sforzo. L'errore più grande di The Covenant era aver saccheggiato, per il casting, una squadra di inutili modelli d'intimo. I protagonisti del romanzo hanno l'età e il conto in banca di quelli del trascurabile The Covenant, ma, in realtà, sono i bambini di Stand by me che, nel frattempo, sono diventati grandi. Quei bambini che, usciti dalla penna inconfondibile di Stephen King, avevano fotografato una generazione e l'avventura di un'estate con originalità, ironia, brutalità e finezza. Maggie, come Stephen, s'ispira a storie semplici, a personaggi fissi, a mondi ora magici e ora patinati, ma sa creare cose incredibili, impensabili, imprevedibili.
Durante il lento e nostalgico tramontare degli anni '80, quei quattro amici, instancabili, camminavano lungo il confine di una ferrovia, alla ricerca di un cadavere a cui dare giustizia, come Gansey, Adam, Noah e Ronan camminano lungo mistiche linee di prateria; la loro meta: la salma scomparsa di un mitico re gallese.
Raven Boys è un libro bello perché è un libro strano. Uno di quelli che, fino alla fine, non riesci a mettere facilmente a fuoco. Almeno, questa è la situazione del sottoscritto, che ha letto, purtroppo, appena 200 pagine, complessivamente. Stessa situazione l'ho vissuta quest'estate, non con un film, ma con un serial televisivo: Hemlock Grove. Assurdamente originale, nerissimo, coraggioso, senza peli sulla lingua. Uno show sui vampiri che non pronuncia mai la parola vampiro, una serie TV sugli adolescenti, ma non consigliatissima agli adolescenti: perché è violento, esplicito, folle. Raven Boys non è così, è decisamente più adatto a tutti i palati, ma rappresenta la stessa novità. Lo stesso fitto, sorprendente, singolare e pazzesco mistero che fa la gioia degli spettatori – e dei lettori – in cerca di brividi nuovi e mai provati. Lo stesso fitto, sorprendente, singolare e pazzesco mistero che fa la gioia degli spettatori – e dei lettori – sempre in cerca di brividi nuovi e mai provati prima. Anche in questa tappa, anche oggi, c'è una copia in palio di Raven Boys. Vincere è semplicissimo: datemi un titolo di un film che vi fa pensare a questo romanzo, spiegatemi il perché e lasciatemi una vostra email. Avete una settimana di tempo e, nella prossima tappa, sarà svelato il nome del fortunatissimo vincitore. * Dimentico qualcosa, ma non vi preoccupate. Aggiornerò domani stesso il post, con il nome del vincitore della scorsa tappa, ospitata dalla mia amica Isabella. Ce l'abbiamo, amici. Ce l'abbiamo: la vincitrice è Nymeria. Che, anche questa volta, vinca il migliore! 'Notte.

18 commenti:

  1. Ma solo film o anche serie tv?
    Nel secondo caso ho già la risposta pronta, altrimenti mi sa che dovrò pensarci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche i telefilm vanno bene, ma sì :)

      Elimina
    2. Secondo me ci sono tantissime somiglianze tra questo libro e Supernatural, la serie televisiva. Partendo dal presupposto che non ho letto The Raven Boys e di conseguenza non ho assolutamente idea se le somiglianze siano o meno più profonde di quelle che ci ho visto io.
      La prima cosa che mi ha fatto saltare all'occhio SPN è stata l'influnza dell'elemento macchina. Si può dire che nel telefilm l'Impala di dean sia un vero e proprio personaggio, il loro è un lungo viaggio on the road e l'unica fedele compagna rimane la macchina che Dean ha ereditato dal padre. Non importa quante volte questa si rompa, lui la ripara ogni singola volta, e la tratta come fosse un membro della famiglia. L'associazione con la Camaro dei Raven Boys è stata quasi immediata, anche loro stanno intraprendendo un viaggio alla ricerca di qualcosa, un mitico re gallese morto centinaia di anni prima.
      Il loro viaggio on the road si intreccia ad elementi soprannaturali proprio come per Dean e Sam in SPN (certo i Raven Boys sono quattro ma se contiamo anche Cas e Charlie pure i boys di SPN sono quattro), Gansey e Blue si incontreranno eppure lei sa già quanto il suo amore sia destinato ad avere una fine disastrosa perché "ucciderà il suo vero amore con un bacio", e, diciamocelo, anche le relazioni sentimentali dei protagonisti di Supernatural hanno avuto fini disastrose, la ragazza di Sam muore bruciata sul soffito nella 1x01 per non parlare dell'unica donna con cui Dean abbia avuto una relazione seria che ora non si ricorda nemmeno che lui esiste!

      Detto ciò, non ho visto nessuno dei film che hai citato, ma Hemlock Grove è veramente una serie bellissima! Mi è piaciuta un sacco.
      La mia mail è cecy.porta@gmail.com

      Elimina
  2. Eehehehe infatti immaginavo che te ne fossi dimenticato XD
    Comunque partecipo volentieri e mi viene in mente Rouge di Xmen, la ragazza dotata di un particolare potere che non può sfiorare e baciare nessuno senza succhiargli l'energia vitale. Mi ricorda un po' la protagonista del libro condannata a uccidere il vero amore con un bacio, in quanto anche Rouge può far spegnere per sempre la sua dolce metà. Una vera e propria agonia essere l'artefice della condanna del proprio amato.

    RispondiElimina
  3. Beh diversi film che hai citato non li conoscevo, diciamo che non sono così esperta nel campo cinematografico! A me di getto verrebbe da rispondere LadyHawke. Lo so che non c'entra particolarmente col romanzo ma ho un pò associato la figura del corvo in copertina a quella del falco. In più leggendo la sinossi del romanzo della Stiefvater, dove la ragazza "Blue" si innamora di un certo Gansey ma sa che sarà lei la causa della morte del suo vero amore, mi è subito venuto in mente l'impossibilità di vedersi e stare insieme dei due innamorati del film. Beh la mia spiegazione non è del tutto corretta perchè i due protagonisti del film saranno sempre insieme perchè, vittime di un maleficio lei, Isabeau, di giorno sarà un falco; lui, Navarre, di notte sarà un feroce lupo grigio. Nonostante Navarre porti con sè il suo falco e Isabeu di notte viaggi con un lupo, si trasformeranno nel solito momento e non potranno mai vedersi, quindi non potranno mai amarsi davvero. Leggendo di Blue ho pensato che si sarebbe sentita in colpa per quello che sarebbe potuto succedere e che quindi soffocasse il desiderio di innamorarsi. Non so, ho avuto questa impressione e magari potrei sbagliarmi non avendo letto il libro e magari ho anche sparato una cavolata tremenda ma è il primo film che mi è venuto in mente....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e come sempre ho la testa tra le nuvole :) la mia email è claudinareading@gmail.com

      Elimina
  4. Trovo che Amore & Incantesimi sia azzeccatissimo per quanto riguarda la parte romantica del romanzo, avrei detto anch'io quello...

    Però un altro film che mi passa per la testa pensando a Raven Boys è Giovani Streghe (The Craft), con Neve Campell e Robin Tunney, perché queste giovani ragazze mi sembrano una copia più dark e al femminile dei giovani ragazzi corvo.

    Ogni ragazza ha una propria personalità, c'è quella più chiusa e timida, quella più aggressiva, quella più razionale (esattamente come ogni ragazzo corvo è speciale a modo suo)... sono quattro ragazze che si completano a vicenda, anche se il potere, verso la fine del film, incrina i loro rapporti e si viene a creare una lotta interna per chi è la strega più potente.

    Ho adorato questo film, spero di adorare allo stesso modo anche Raven Boys quando lo leggerò ^__^
    Ciao!
    La mia mail è 89laurac@gmail.com.

    RispondiElimina
  5. Ok ci provo anche io!!! Non so perchè ma il primo film che mi è venuto in mente e che assocerei al libro di Raven Boys è Beautiful Creatures-La sedicesima Luna. La trama parla di un giovane ragazzo di nome Ethan Wate. La sua vita trascorre nella sonnacchiosa e piccola cittadina di Gatlin, in South Carolina, dalla quale sogna di fuggire dalla sua vita ordinaria, finché un giorno incontra Lena Duchannes. L'impatto è forte: è lei la ragazza che da tutta la vita sogna di incontrare. Hanno lo stesso senso dell'umorismo. Hanno entrambi perso la mamma. E a loro insaputa, sono inestricabilmente connessi da eventi sovrannaturali che risalgono a prima ancora della loro nascita. Anche quando Lena confessa di essere una 'Caster', una maga, e lo mette in guardia da se stessa, l'amore di Ethan rimane immutato. Ma allo scoccare del suo sedicesimo compleanno, tutto precipita vertiginosamente perché Lena è vittima di un' antica maledizione.al suo sedicesimo compleanno verrà Reclamata dalla Luce o dalle Tenebre, se verrà reclamata da queste ultime potrebbe diventare cattiva a tal punto da uccidere il suo amato. Ethan farebbe qualsiasi cosa per lei. Ma a volte l'amore non basta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dimenticavo la mia e-mail è bomparola@alice.it

      Elimina
  6. Strano ma vero, non ho visto nessuno dei film da te citati (No nemmeno quello con presente sia Nicole che Sandra oops) pero' mi incuriosiscono molto!

    RispondiElimina
  7. Sono superfeliceeeee di aver vinto!! *____*

    p.s. mi è piaciuta molto la tua tappa del blogtour, hai fatto riferimento anche ad alcuni film che non conoscevo ma vedrò di rimediare. :D

    RispondiElimina
  8. Dopo aver partecipato alle precedenti tappe, partecipo anche a questa :)
    Adoro il cinema, praticamente vivo al multisala della mia provincia, quasi tutte le settimane trascino il mio ragazzo a vedere un film e lui mi asseconda... asseconda i pazzi :)

    Non ho letto ''Raven Boys'' quindi non posso sapere se il film che in mente di associare avrà qualche somiglianza, ma ci provo e non vedo l'ora di poter leggere questa ultima perla della Stiefvater: ho amato la saga "Wolves of Mercy Falls" e spero che quest'altra non sia da meno.

    Ritornando a noi, il film - o meglio il cartone - che associo a questo romanzo è "La Bella Addormentata nel Bosco".
    Lo so, lo so è una fiaba Disney, ma il collegamento che mi è saltato in mente leggendo la trama di Raven Boys è stato ''il bacio al proprio primo vero amore'' il quale è uno dei temi narrati in entrambi.
    La bella addormentata verrà svegliata dal bacio del suo principe, mentre la protagonista di Raven Boys - Blue - con un bacio ucciderà il suo vero amore.
    Nella prima dopo il bacio vivranno felici e contenti, nel secondo invece come riusciranno a vivere insieme i due innamorati?
    Non vedo l'ora di scoprirlo!

    Il mio indirizzo email è gina87@alice.it e ho condiviso il banner del blogtour sul mio blog http://ginaladdaga-blog.blogspot.it/

    Grazie mille!
    Gina.

    RispondiElimina
  9. la Dispensatrice di Consigli esprime tutta la sua ammirazione al Signore del Collegamento per aver realizzato la Missione Impossibile :)
    p.s.
    post semplicemente magnifico :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, Bianca! L'ho scritto ieri sera, verso le undici: meno male che Denise mi ha dato una "svegliata", altrimenti me ne sarei stato a guardare un film per tutta la serata :P

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei partecipare anche io :D il film che associo è "Ribelle - The brave".
      Il film, a tratti, crea inquietudine dentro di me, ha delle ambientazioni cupe che credo siano presenti anche in questo libro. Sia nel capolavoro Disney che in "The Raven Boys" è presente l'elemento magico, in "The Brave", Merida è costretta a stare lontana da sua madre a causa di un incantesimo, invece in "The Raven Boys" Blue è costretta a non baciare il suo vero amore. Tra le protagoniste ed una persona che dovrebbe essere a loro cara si forma quindi distacco. Dico "dovrebbe" perché Blue fa di tutto per stare lontana dal ragazzo che dovrebbe essere il suo vero amore, mentre Merida all'inizio sembra volersi liberare della madre e quindi fa di tutto per starle lontana.
      Mi è sembrato di capire, inoltre, che Blue è una ragazza forte, con un bel caratterino, proprio come Merida^^
      La mia mail: ninfaa00@gmail.com

      Elimina
  11. Non so se sono ancora in tempo ma tento lo stesso ;-P
    Anche io avevo pensato subito al film con Sandra Bullock e Nicole Kidman XD da piccola ne andavo matta, tutto ciò che aveva a che fare con streghe, incantesimi e cappelli a punta, era da me amato alla follia XD

    Visto che Amore e Incantesimi è bruciato...scelgo Excalibur!
    Appena ho letto la trama di raven boys, la parte inerente la ricerca del re gallese e della sua salma, mi è partita subito l'associazione con re artù e avalon. Anche l'amore "maledetto" dei protagonisti può essere in qualche modo rimandato a quello fra artù e ginevra e artù e morgana.
    ok, lo ammetto, un po' stiracchiata come associazione >_<

    email:claudiacastaldi@hotmail.it

    RispondiElimina
  12. Davvero delle belle associazioni!! :) La prima volta che ho letto la trama di Raven Boys anche a me è subito venuto in mente Amori e incantesimi, solo che non mi ricordavo il titolo!! xD
    Per quanto riguarda i film, sono davvero ignorante in materia...è da giorni che penso a qualche altro film da associare a questo libro, ma non mi è venuto in mente proprio niente!! Dato che mi hai già "rubato" l'unico a cui avevo pensato, per questa tappa mi vedo proprio costretta ad arrendermi!!xD Grazie comunque dell'opportunità!! :)

    RispondiElimina